Servizi
Contatti

Eventi



Ho visto per Voi

“Arte al tramonto”

Seguendo l’amico Orlando Poggi ho visto nascere e crescere questa importante iniziativa che arricchisce il programma dell’estate fiorentina, collocandosi a precedere la festività del patrono San Giovanni e del gioco del Calcio Storico Fiorentino

Posso così mostrare le immagini della collettiva "Arte al Tramonto" inaugurata venerdì 21 giugno 2019 lungo l'Arno ai Giardini di Bellariva. La mostra patrocinata dal Comune di Firenze rientra nell'Estate Fiorentina 2019, a cura del “Comitato Bellariva”, in collaborazione con “Associazione Cambia musica! – Firenze” e Gruppo Arte Bellariva.

Gli artisti che espongono le loro opere sono circa 30. La mostra è proseguita sabato 22 dalle ore 17,00 alle 22,00 e domenica 23 dalle ore 10,00 alle 19,00.
Un doveroso ringraziamento a Orlando Poggi che ha organizzato tutto ad iniziare dalla parte burocratica fino all'esposizione pratica delle opere, e agli artisti che hanno aderito all'iniziativa.

Orlando Poggi e le sue opere

Tra i tanti artisti, quelli che conosco meglio e sono, col tempo, diventati amici, Orlando Poggi è stato il primo che ho incontrato a Bologna in una mostra su “L’Eros” organizzata da Roberto Lacentra nella sua galleria, che mi ha consentito non solo di conoscere lui, ma

Yuleisy Cruz Lezcano

 Izabella Kostka

anche Izabella Kostka – poetessa polacca – e Giovanni Cappelletti che mi invitò con Yuleisy Cruz Lezcano – poetessa cubana - a Civitanova Marche per l’inaugurazione della sua mostra antologica Timeless.

Gianni Calamassi con Yuleisy Cruz Lezcano.

Orlando mi invitò a leggere una delle mie novelle all’inaugurazione di “Onironauta” una mostra, alla Roccart Gallery di Fabio Rocca a Firenze, dove esponeva con Irene Meliconi, anch’essa qui presente, che alla tecnica assai intrigante della penna BIC con l’acquerello, ha aggiunto bei sassi dipinti.

Presentazione Onironauta

Irene Meliconi e le sue opere

In quella occasione fui invitato per leggere uno dei tre racconti che costituiscono la Trilogia del Mare“ La balena innamorata.

Con Orlando Poggi il nostro sodalizio è andato avanti, infatti mi sono reso disponibile per aiutarlo nella pubblicazione del suo primo libro di “pensieri”, Pensieri scritti male, del quale ho scritto anche la prefazione. Il libro fu presentato alle Giubbe Rosse di Firenze, durante il vernissage della mostra “Angeli Neri” con Vanessa Katrin.

Angeli neri

Orlando Poggi mentre scrive la sua dedica sulla mia copia

Molti degli artisti presenti alla mostra collettiva “Arte al tramonto” li ho conosciuti per merito suo, tra questi Diana Polo, di cui Orlando mi invitò a vedere le opere presenti alla Mostra dell’Artigianato alla Fortezza da Basso a Firenze.

Mentre altre ho avuto modo di conoscerle sia perché le avevo amiche su face book come Cristina Falcini, sia perché le ho incontrate ad altre manifestazioni artistiche sia perché mi ha chiesto di visitarne l’esposizione e farne un commento come Eleonora Guidoni.

Diana Polo con le opere esposte.

Cristina Falcini con le sue opere

Un discorso a parte merita Eleonora Guidoni, che come ho anticipato ho seguito in una sua personale al Comune di Signa ed alla quale ho dedicato anche un’analisi del suo profilo umano legato all’arte, piuttosto che artistico non essendo un critico; ma sulla quale sto lavorando con un mio lavoro intitolato “Vola libera farfalla” e su un’altra idea.

Eleonora Guidoni (Ele Arch e Magia del Colore Firenze) con le sue opere
(foto Riccardo Vezzosi)

Ho lasciato per ultimi due amici, una che ho seguito alle sue prime mostre Lina Vinazzani, che conobbi a Vinci dove la presentava Roberto Lacentra, qui con Gualano e Alfredo Biagini, per me un grande Amico al quale mi legano stima e affetto, che so ricambiato.

 

Ritratto di Atzori.

Il Volto del David che il Bottega mi ha regalato.

Alfredo Biagini con le sue opere (foto Riccardo Vezzosi)

Lasciare per ultimo Alfredo Biagini, non è una mancanza nei confronti di una amicizia che ha una connotazione speciale: ci conosciamo da molti anni, facciamo parte delle Giurie del Concorso Internazionale di Nuovi Occhi Sul Mugello. Spesso ci ritroviamo insieme in mostre collettive, il suo giudizio sui miei lavori è per me molto importante, direi spesso decisivo e potrei allungare con altri elementi che lo hanno reso “speciale”, tra questi oggi il dono di una opera che ho immediatamente attaccato nel mio studio assieme a Bausi, Paolo Lazzerini e il grande Nello Bini con le sue xilografie.

Grazie caro amico per avermi riconosciuta questa fiorentinità, a cui tengo molto, con lo sguardo del David che mi accompagnerà nel cammino.

Gianni Calamassi – Luglio 2019

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza