Legenda Libri - Literary.it Catalogo Cerca Info

La gelosia fraterna e il complesso di Caino

Cod.: 31

Punizioni ed autopunizioni - Anoressia ed obesità nei soggetti in età evolutiva.
Dalla "prefazione" dell'autrice.
La ricerca psico-grafo-pedagogica che viene esposta, adeguatamente sintetizzata nei tratti più salienti, è stata portata avanti per alcuni anni, su un campione di circa 50 bambini appartenenti a classi e scuole diverse, distribuite su un vasto territorio interprovinciale. Le carratteristiche individuate in ognuno di loro sono state classificate ed inquadrate in precisi schemi così da poter avere un quadro della situazione più completo e facilmente verbalizzabile. Da ciò sono stati tratti alcuni casi ritenuti più rappresentativi di come e quando la gelosia fraterna influisca sulla formazione della personalità, di quanto sia fondamentale un'opera educativa adeguata, sia da parte dei genitori che degli insegnanti, per le scelte future. I casi qui rappresentati riguardano bambini frequentanti la II classe elementare, scelta sia perché è la classe terminale di un ciclo (il primo) e richiede, quindi, il raggiungimento di determinate competenze sia perché coincide con una particolare fase dell'età evolutiva in cui i bambini vivono cambiamenti emotivi, cognitivi e psichici fondamentali per la formazione della personalità nella sua unità psicofisica. Segue poi il caso di una ragazza quindicenne, frequentante il secondo anno delle scuole superiori, scelto perché rappresenta l'evoluzione tipica della problematica trattata; si tratta di un soggetto di media intelligenza, che non riesce, nonostante l'intenso studio, a raggiungere i risultati voluti, perché, sul piano psichico non ha raggiunto una maturità adeguata alla sua età, bloccata ed inibita com'è da un complesso di Caino non ancora superato [...]. Note critiche. Gian Piero Prassi, Paolo Riceputi e Mariella Risi in rivista "Bacherontius", n. 7-8, agosto 1999: «'Punizioni ed autopunizioni, anoressia ed obesità nei soggetti in età evolutiva' recita il sottotitolo del saggio psico-grafo-pedagogico di Iolanda Serra. Insegnante di scuola elementare, esperta in grafoanalisi e grafopedagogia, riporta in questo saggio le osservazioni e i reperti della sua costante esperienza educativa con i bambini. Non spaventi la specializzazione del titolo che incute un po' di timore. In realtà lo studio (rigoroso e documentato) che riporta numerosi esempi di elaborati scolastici infantili, è di grande aiuto ai genitori ed a quanti seguono lo sviluppo infantile. Interpretare i bisogni e le richieste dei propri figli non è lavoro agevole... e possedere una formazione psicologica ed analitica aiuta ad evitare quegli errori di giudizio che possono portare a vere e proprie tragedie. Un torto subito, una incomprensione, in giovane età possono rovinarti la vita. Conoscere vuol dire, in questo caso più che mai, amare.» Luigi Pumpo in rivista "Presenza", n. 3, 1999: «Il saggio di Iolanda Serra interessa la gelosia fraterna e il complesso di Caino. È un saggio psico-grafo-analitico nato dalla diretta esperienza didattica che per anni ha svolto e continua a svolgere nella scuola primaria della sua terra. È un'analisi diretta, coinvolgente, di un problema nel quale ci si imbatte spesso ed al quale non si pone quell'attenzione dovuta. La ricerca è stata condotta su un campione di 50 bambini appartenenti a classi diverse e dai comportamenti ne son nate quelle osservazioni che fanno da sfondo a tutte le pagine. Un lavoro non facile. Ma un lavoro ch'è la riprova di come certi atteggiamenti d'oggi non vanno sottovalutati, specialmente nei soggetti in età evolutiva. Un lavoro che premia l'impegno di una donna attenta ai sentieri misteriosi della storia infinita.»

SERRA Iolanda

Genere: Psicologia

€ 9,30 attualmete non disponibile

Cosenza 1998, 14x21, pp. 120


© 1997/2012 - Libraria Padovana Editrice