Legenda Libri - Literary.it Catalogo Cerca Info

Marionetteemiti

Cod.: 33

Prefazione di Stefano Lanuzza. Riproduzioni di collages di Giovanna Ugolini.
"Marionetteemiti" breve sentiero per un labirinto. Un rapido percorso sulla condizione umana vuole essere questa rassegna di marionette che, dopo essersi cercata nei libri, non ha risposte. E così Gianduia che la spunta, Sandrone il rivoluzionario, Brighella l'intrigante, Colombina che è testa di sale nel regno delle teste di legno e Arlecchino che sa o non sa le conclusioni e constata che le parole non reggono ai fatti. poi il cavaliere Nero non mostra il suo innumerevole volto, sempre lo stesso, nascosto dalla solita maschera. Giungerà alfine la marionetta nuda e decapitata a dire la sua impotenza. Dietro di lei arriveremo a Cassandra che dialoga col Silenzio e ancora oggi non è creduta quando avverte del pericolo. È il Silenzio che resta oltre ogni dire. Andremo verso Eros e Thanatos (Amore e Morte) artefici dell'Enigma, nell'alienazione d'un rapporto interrotto e frustrato dalle macchine e passeremo quindi a Narciso (l'innamorato della propria immagine) e l'Acqua che lo riflette. Il dialogo farà loro comprendere che tutto è doppio (cosmogonie del doppio e so chi sono). Ritornano le maschere: Rosaura, la signora di tutti i tempi superficiale e piena di contratti, Pulcinella deflagrato de' core, Paladino che trasforma in ventaglio (raffica) i trascorsi forbiti, Capitan Spavento e compagni che infilzano le occasioni tutte buone per far la guerra, la Morte Secca come un'armata d'ossa. La marionetta ha paura del distonico virus e avverte una nota stonata sul violino dell'umanità pur sapendo che esiste l'incapacità del termine. Le marionette mostreranno i volti mentre un buffo clown piangerà una lacrima gentile. Il finalino allegro s'inchina e chiude il cerchio del filo.
Dalla "prefazione" di Stefano Lanuzza: «...Aperto spazio teatrale, il testo, pluriespressivo e multicolore quanto i costumi, le posture, i soprassalti emotivi - modulatissimi - degli attori che lo interpretano d'una peculiare "poesia scenica"...» [...] «...Marionetteemiti, opera di trasformazione alchemica della parola in voce sui fa umile copione della versative recitazione degli attori Rosanna Gentili e Gianni Marrani prima di elevarsi a vero e proprio poemetto sulla condizione umana...».

UGOLINI Liliana

Genere: Poesia

€ 10,00 attualmete non disponibile

Firenze 1999, 12x20, pp. 64


© 1997/2012 - Libraria Padovana Editrice