Legenda Libri - Literary.it Catalogo Cerca Info

Lettera dal Paradiso

Cod.: 181

Recensione di Gabriele Turola.
in "Punto di Vista" 15/1998

Dalla Recensione.
Amleto, nel celeberrimo monologo della tragedia di Shakespeare, definisce l'aldilą "un paese inesplorato dai cui confini pił non torna nessuno". Per Emilio Diedo gli abitanti di quel regno ultraterreno, avvolto dall'ombra del mistero, negato da alcuni, da altri atteso con trepida speranza, non solo ritornano ma comunicano e spediscono lettere ai viventi intrecciando una celeste corrispondenza di amorosi sensi di foscoliana memoria. Č il concetto che ci ribadisce Lettera dal paradiso, ultimo romanzo dello scrittore veneziano, sublimando il mondo reale attraverso il filtro della fantasia, proponendoci personaggi quotidiani accostati a fantasmi per niente inquietanti, anzi rasserenanti e benigni, familiari, affettuosi, non certo analoghi agli spettri usciti dalle pagine del cosiddetto romanzo nero o gotico, in voga nell'Ottocento.

Fin dall'incipit entriamo in un intreccio da dimensione fiabesca, direi natalizia: vi apprendiamo che il protagonista, alter ego di Diedo, riceve una lettera niente meno che dalla sua amatissima nonna passata a miglior vita, da lui collocata sul piedistallo d'una vera e propria venerazione. E la lettera diviene il leit-motiv del romanzo, ora apparendo ora scomparendo attraverso situazioni in cui l'ironia e il buonumore si mescolano a un senso d'apocalittica attesa, a quel cupio dissolvi, a quello struggente desiderio di morte avvertito dai santi e dai mistici, ansiosi di raggiungere la patria celeste.

L'evento meraviglioso e soprannaturale, narrato con garbo e discrezione, s'inserisce con naturalezza nella trama del tessuto quotidiano che sembra non sconvolgerla nemmeno. Analogamente, la sigla stilistica di Diedo incanta il lettore cullandolo sulle onde di un linguaggio musicale, lieve, sottratto alla forza di gravitą, intriso di elegiaca tenerezza. Alla fine del romanzo ci accorgiamo che le visioni di un lontano paradiso possono trasformarsi nelle fiamme di un inferno dantesco, se il nostro dialogo con gli spiriti non fosse sorretto dalla fede e dalle buone azioni.

DIEDO Emilio

Genere: Romanzo

€ 10,33 attualmete non disponibile

Ferrara 1997, 14x20, pp. 144


© 1997/2012 - Libraria Padovana Editrice