Servizi
Contatti

Eventi


Informazioni
Ricerca
Autori
Gruppi Letterari
Riviste Letterarie

Angelini

Vitaliano (Pirano 1942), poeta, saggista e pittore, vive ad Urbino. Ha pubblicato opere di poesia: Lo sforzo lucido (1969), Sulla... pensieri a quattro mani (1974), Un uomo è un uomo (1980), Quel muro, per immagini e testo (1981), L'enigma di Edipo (1995); opere di saggistica: Note critiche e brevi saggi sull'arte (1966/69), La poesia nelle Marche regione culturalmente atipica (1979), Interrogativi e problematiche dell'incisione nel quadro della cultura artistica 1900-93 (1993), Interrogativi e problematiche dell'incisione nel quadro della cultura artistica 1900-95 (1995), Sassoferrato, i giorni della liberazione (1995); opere relative al mondo dell'arte: Viatico. Appunti per una riflessione sul linguaggio metaforico dell'arte (1997), Suggestive testimonianze di storia, di vita e di cultura nella media e alta Valle del Metauro (1998), Chi, dove, cosa. Nuovi percorsi della giovane arte nella Repubblica di San Marino (1997), Artisti italiani del secondo Novecento (1997, schede critiche), Artisti italiani del secondo Novecento (1999 seconda edizione, schede critiche), Pittura italiana al plurale. Ricerche figurative (1999, Rassegna internazionale "G.B. Salvi", Sassoferrato), L'eterno come bellezza (1999), Percorso di lettura per una Galleria d'arte contemporanea a Sassoferrato (2000). Sue liriche sono inserite anche in varie Antologie poetiche. Ha ricevuto numerosi premi: 1983, "Lions, Milano Sforzesco"; 1992, Spello "Sesto Properzio"; 1993, Parigi "Du Printemps des Poetes"; 1995, Torino "Omero" (segnalazione speciale), Poppi "Casentino"; 1996, Terni "San Valentino"; 1999, "Novello Bosone", Gubbio, primo premio. Hanno scritto in merito alla sua produzione letteraria: P. Gibellini ...il mondo essenziale della ricerca di A.: la concentrazione lirica (di una liricità drammatica in senso vulgato e in senso proprio cioè potenzialmente dialogico) ...che emerge nei testi più recenti - per forme giustapposte con la tendenza lirica ora ridotta a tizzone di sentimento bruciato. Fino alla promozione poetica di veri e propri nastri di parlato. Un parlato fra sè e sè proprio di un monologo a due voci; G. Nonni Un approccio all'opera di A. non può prescindere da una equivalenza che sta alla base: la pittura è figura di pensiero, come la poesia rappresenta pensieri figurati. Ecco dunque la parola, anche nell'ultima silloge, si distende in segni pittorici, e spia ne possono essere le cadenze allitteranti di lemmi che producono una sorta di disegno che si evince alla lettura, quasi a sottolineare un percorso, un cammino, quello di Edipo alla ricerca di un sè, che si scopre incontrando il dolore e il male del mondo, attraverso chiarezza e oscurità, vita e morte....

e-mail    vitalianoangelini@hotmail.com

 

autore
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza