Servizi
Contatti

Eventi


Informazioni
Ricerca
Autori
Gruppi Letterari
Riviste Letterarie

Cherubini

Nicoletta (Torino), docente e formatrice, linguista e scrittrice, vive in Toscana.

Laureata in Italia (Università di Torino, 1976) ha insegnato in università negli Stati Uniti (Univ. of Virginia, Sarah Lawrence-New York, Univ. of Massachusetts), in Belgio (Liegi), e in Italia (Università di Firenze-Centro di Cultura per Stranieri; Università per Stranieri di Siena; Centro linguistico di Ateneo dell’Università di Firenze, Syracuse University, California State University, New York University); è stata Italian Curriculum Consultant presso la State University of New York-Albany.

a) Esperienza in ambito accademico

Nell’ambito della Lingua, letteratura e cultura italiana per stranieri ha ricoperto incarichi di insegnamento presso atenei in USA (University of Virginia, Sarah Lawrence College/New York, University of Massachusetts/Amherst), Belgio (Université de Liège) e Italia (Università di Firenze, Università per Stranieri di Siena) e ha collaborato, per attività di aggiornamento, formazione e tutorato per insegnanti scolastici, con l'Università di Venezia "Ca' Foscari". Ha inoltre progettato e svolto corsi presso università americane con sede in Italia, fra cui New York University, California State University, Syracuse University, State University of New York/New Paltz, Massachusetts College of Art/Boston.

Fra gli incarichi di rilievo: Visiting Professorship in Italian, conferita dal programma di scambi docenti dell’Università per Stranieri di Siena e del Dipartimento di Italiano dell’Università del Massachusetts/Amherst (1986). Condirezione di programmi accademici di Italiano del Massachusetts College of Art di Boston a San Pancrazio AR (3 anni) e della State University of New York/New Paltz a Urbino (1 anno).

In ambito English as a Foreign Language - EFL ha diretto per 4 anni un’importante Istituto di lingua americana di Firenze, riconosciuto dal Governo statunitense, curando altresì gli aspetti formativi delle risorse umane e la progettazione di corsi, servizi, eventi e convegni interculturali, e ricoprendo mansioni di TOEFL Test supervisor (3 anni).

Fra le esperienze CLIL (Content and Language Integrated Learning) di rilievo nell’ambito della glottodidattica sperimentale dell’italiano e dell’inglese: è stata fra i primi docenti di Italiano a stranieri ad attuare esperienze di drama as a FL learning experience, utilizzando la Commedia dell’Arte con i suoi allievi (Université de Liège 1982-83). Per l’Università per Stranieri di Siena ha realizzato esperienze di didattica dell’Italiano mediante la produzione di teacher & student produced video sul linguaggio degli spot pubblicitari (1985-86). Per il Sarah Lawrence College/New York ha insegnato italiano attraverso la scrittura creativa in chiave strutturalistica (1976-77).

Dal 1990 ha dato il via alla ricerca e promozione, attraverso pubblicazioni e seminari rivolti a docenti scolastici italiani e stranieri, di un innovativo ambito di applicazione della metodologia CLIL, costituito dalla Risoluzione dei conflitti nella classe di Lingua inglese (EFL) e di Italiano L1/L2, nell’ambito dell’educazione all’affettività e al Social and Emotional Learning.

Premi e riconoscimenti in ambito CLIL: è autrice di Convergenze. Iperlibro di italiano per affari (2012). Bonacci Editore, Roma, pp. 344 + DVD. L’opera è vincitrice del Label Europeo delle Lingue 2012 Settore Formazione.(Il Label Europeo delle Lingue è un riconoscimento che viene assegnato ogni anno, a livello nazionale, ai progetti più innovativi realizzati nell’ambito della formazione linguistica e nel settore professionale: è un “etichetta di qualità” finalizzata a promuovere le competenze linguistiche dei cittadini europei).

Pubblicazioni nell’ambito di Italiano per stranieri

Manuali

Convergenze: iperlibro di italiano per affari. Consapevolezze, conoscenze e strumenti per la comunicazione negli affari e nel lavoro(2012, European Label); Italian Language for Cross-Cultural Awareness(1992);L'italiano per gli affari(1992);Diapason! Italiano lingua seconda nella scuola di base (2003); Corso di traduzione Inglese-Italiano– Univ. per Stranieri di Siena (1988).

Articoli

Numerosi articoli apparsi su: InSegno (I.L.S.A.), Didascalie, Didattica e Classe plurilingue (I.L.S.A.), Lingua e Nuova Didattica (L.E.N.D.), Have a Dream, NELLE Newsletter, Parole, Rassegna Italiana di Linguistica Applicata, S.I.& N.A., SELM-Scuola e Lingue Moderne, America Oggi (New York). Per dettagli si veda URL: //http://www.literary.it/autori/dati/cherubini_nicoletta/nicoletta_cherubini.html

b) Esperienza in ambito di intervento scolastico

In Italia e Austria ha svolto consulenza e docenza per numerosi enti educativi, agenzie formative e scuole curando la progettazione e sperimentazione di percorsi formativi, CLIL e non-CLIL, finalizzati a settori quali l’Italiano per gli affari, l’Italiano per lo studio rivolto ad alunni italofoni e non-italofoni in co-presenza, e l’Educazione all’affettività nelle classi di lingua Inglese (EFL) e di Italiano (L1/L2). È stata co-fondatrice e presidente di due Associazioni culturali che hanno promosso iniziative e coinvolto con successo enti locali e stranieri, raccogliendo finanziamenti per importanti manifestazioni, fra cui la mostra itinerante interattiva “Gli altri siamo noi” sulla consapevolezza del pregiudizio etnico, per le scuole primarie e medie di Firenze, e il progetto Scambio Telematico con l’Olanda per le scuole dell’infanzia di Firenze.

Fra gli incarichi di rilievo: per la Provincia di Reggio Emilia e per numerosi Istituti Comprensivi reggiani ha progettato e condotto cicli formativi (3 anni) rivolti agli insegnanti scolastici e incentrati sull’Italiano lingua di studio e sull’educazione all’affettività (contrasto al bullismo, comunicazione efficace, ascolto, mediazione fra pari). Per il Comune di Firenze ha progettato e condotto percorsi formativi (3 anni) rivolti a tutto il personale docente delle Scuole dell’Infanzia, in tema di Formazione linguistica precoce dei bambini. Per il Comune di Pontassieve (Firenze) ha progettato e svolto formazione dei docenti scolastici (primari e medi) e sperimentazioni in aula in tema di CLIL di Italiano lingua di studio e di educazione all’affettività (4 anni). Per vari Pedagogisches Institutes austriaci ha svolto numerosi corsi di aggiornamento sulla glottodidattica in genere e sulla metodologia CLIL di Italiano LS (8 anni). Su nomina congiunta del Ministero della Pubblica Istruzione italiano e dello State Education Department/State University of New York ha prestato servizio come Italian Curriculum Consultant ad Albany, USA, con mansioni di sviluppo di una guida metodologico-didattica per gli insegnanti, supervisione per il testing di Italiano LS e formazione/aggiornamento dei docenti scolastici di italiano LS (1 anno).

Pubblicazioni in ambito di intervento scolastico

Manuali:

E|mo|zió|ne. Esperienze di educazione all’affettività per la Scuola Primaria. (2014) Becarelli Editore, Siena. [Un contributo allo sviluppo della competenza socio-emotiva a scuola in base a sperimentate forme di didattica innovativa sui temi rilevanti della risoluzione dei conflitti, dell’ascolto attivo e della comunicazione efficace fra adulti e ragazzi e fra i pari.]

Diapason! Italiano lingua seconda nella scuola di base. Didattica Interdisciplinare (2003). Guerra Editore, Perugia. Guida per l’insegnante e Libro dello studente con CD-Rom. [Un manuale CLIL di autoformazione e con attività di Italiano L2 da fare in classe, per lo studio delle materie scolastiche e dell’educazione all’affettività, rivolto ad alunni italofoni e non-italofoni in co-presenza.]

I nuovi bambini. (a cura di) 2003. Con il Patrocinio del Comune di Firenze-Assessorato alla Pubblica Istruzione e del MIUR-Centro Servizi Amministrativi di Firenze. [Una raccolta di preziosi contributi in visione olistica di esperti italiani e stranieri, per conoscere e affrontare le sfide educative nella scuola e nella famiglia di oggi.]

Traduzione e cura:

I Bambini Indaco, di L. Carroll, J. Tober (2003) Macro Edizioni, Cesena. Traduzione dall’americano, Prefazione italiana e Bibliografia di sostegno italiana a cura di Nicoletta Cherubini.

c) Esperienza in ambito letterario e teatrale

Come autrice di poesia ha pubblicato: Nautilus (2009) Cierre Grafica, Verona, collana “Via Herácleia”. G. Bárberi Squarotti 2010: «Il suo discorso poetico è essenziale e sicuro, fra gioco, sapienza della vita e suprema e festosa ironia d’amore e di vita.». M. Carraroli 2010: «Senz’altro poesia contemporanea e chiara. [...] Dentro al Nautilus c’è il segno della perfezione dell’Universo e il ricordo, forse, della nostra. [...] Già Teilhard de Chardin aveva parlato [del]la Mente Unica della Terra in cui umanità e pianeta sarebbero un giorno finalmente e consapevolmente entrati.»; e A New York Poem (originale in lingua inglese) pubblicato in co-traduzione francese dell’autrice da “Carré Magazine”e in traduzione italiana dell’autrice nella raccolta Trentennale Premio di poesia “David” 1958-88(1989, Marina di Massa). A. Seghers (1982) «Et en première partie, c’est encore une femme qu’il aurait fallu couronner: Cherubini, dont le récit profondement féminin constitue mieux qu’un éloge de la folie.»

In veste di autrice, critico e giornalista ha collaborato con quotidiani (Le Figaro, America Oggi), riviste economiche (“Il Messaggero economico italiano”), riviste letterarie (“Anterem”, “Stilb”, “Literary”, “Cahiers Théatre Louvain”, “Carré Magazine”, “Le Journal des Poètes”, “Théatre International”).

Tra i suoi lavori per la scena è stata co-interprete offstage e regista di Rags: A Play Written Onstage (in lingua inglese) rappresentato al Théâtre Nouveau Gymnase di Liegi (1982) e al Westbeth Theatre Center di New York (1982). Negli anni '80 ha intervistato per Stilb noti personaggi del teatro d'avanguardia americano quali Spalding Gray, Lee Breuer, Shami Chaikin, Richard Schechner ed ha collaborato come linguista con il Dipartimento di Dramaturgie della Université de Liège; ha messo in scena spettacoli di Commedia dell'Arte, curando la formazione drammatica dei suoi allievi.

E’ stata ospite di reti radiofoniche quali RAI 3 (“Fahrenheit” 2010) per un ciclo di letture di poesia; di WFUV-New York Fordham University Radio (1988-89) per interventi sui cantautori italiani e di Rai-New York e Radio Emme Toscana (1989) su temi di attualità.

d) Esperienza in ambito traduttivo

Per Feltrinelli ha tradotto Aprire le menti di Howard Gardner (1987 capp. 1-10). Più di trenta traduzioni dall'inglese di libri pubblicati da noti educatori, studiosi, medici, sciamani, filosofi e utopisti, quali Gregg Braden, Kahlil Gibran, Charles F. Haanel, Napoleon Hill, Lee Carroll, Alexander Loyd, Alberto Villoldo, Drunvalo Melchizedek, David Perlmutter e Richard Bartlett, su argomenti quali la medicina olistica, lo sciamanesimo, il self-help, le favole educative, la mindfulness, il brain gym, l'alimentazione sana, gli stili di vita sostenibili e i bambini Indaco. Traduzione di due film: di David Icke il seminario E' ora di scegliere e di Ward M. Powers il documentario filosofico-spirituale One. Il film.

Ha tradotto poesia da e verso il francese per Shakespeare & Company e per le riviste “Anterem”, “Stilb”, “Carré Magazine”, “Le Journal des Poètes”.

Ha curato e tradotto la raccolta poetica Danza lenta di David L. Weatherford, (2014) Arte di Essere Edizioni, Bellaria. Per dettagli si veda URL: http://www.literary.it/autori/dati/cherubini_nicoletta/nicoletta_cherubini.html

Affiliazioni:

  • Dal 2014 è membro di SIO – Società Italiana per l’Orientamento
  • Dal 2012 è membro di Vega 2000
  • Dal 2000 è membro di I.L.S.A. - Insegnanti Italiano Lingua Seconda Associati
  • Dal 2002 al 2006 Presidente e co-fondatrice dell’Associazione Scuola del Ponte Arcobaleno.
  • Dal 2001 al 2006 Responsabile del Gruppo L.E.N.D. (Lingua e Nuova Didattica) di Firenze.
  • Dal 2000 al 2007 Membro dell’A.I.T.I. (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti).
  • Dal 1991 al 2000 Presidente e co-fondatrice dell’Associazione Cross-Cultural Village/Villaggio Interculturale.

Premi conseguiti:

2016 — 30o  Premio Nazionale di Poesia Lorenzo Montano 2016, Verona — Sezione "Una prosa inedita", Novembre 2016, Autrice premiata con Menzione per l’opera Leda.

2012 — premio Label Europeo delle Lingue per l'opera Convergenze: iperlibro di italiano per affari (2012).

Note critiche:

Sulla sua produzione letteraria hanno scritto, tra gli altri: G. Bárberi Squarotti [Leda, in preparazione, 2012] (2010) «Leda, davvero singolare [...] un’intensa e rarefatta allegoria. Una prosa metafisica, molto allusiva ed enigmatica. Il verso è essenziale, nettissimo [...] la prosa appare luminosa ed efficace. [...] E’ un inno grandioso e armonioso di passione e di visione, un ‘cantico dei cantici’ che ha, come successive sequenze, la lode amorosa e l’estrema tensione fra il sacro (il Cigno divino) e il bestiale. E splendido è il ritmo del discorso.» - [Nautilus] «Il discorso poetico è essenziale e sicuro, fra gioco, sapienza della vita e suprema e festosa ironia d’amore e di vita.» - M Carraroli [Nautilus] «[...] senz’altro poesia contemporanea e chiara con suggestioni d’ombre che lasciavano intravedere un paesaggio pennellato di squarci luminosi. I sedimenti del suo territorio apparentemente piano si percepivano intrisi di saperi antichi e di depositi magmatici che urgevano e imprimevano ai versi marchi di fuoco. [...] Dentro al Nautilus c’è il segno della perfezione dell’Universo e il ricordo, forse, della nostra. Calandomi nelle poesie del libro ho avvertito contatti e scintille d’intuizione che sono state certamente aiutate da letture specifiche da parte dell’autrice, letture negli ambiti delle più avanzate ricerche scientifiche e in quelli delle saggezze antiche. [...] [L]a poesia “Era psicozoica” evoca l’era di mediazione tra materia e spirito. Già Teilhard de Chardin ne aveva parlato chiamando “noosfera” (fodera mentale del pianeta) la Mente Unica della Terra in cui umanità e pianeta sarebbero un giorno finalmente e consapevolmente entrati.» - A. Seghers [A New York Poem] (1982) «Et en première partie, c’est encore une femme qu’il aurait fallu couronner: C., dont le récit profondement féminin constitue mieux qu’un éloge de la folie.» - M. Sodi [Nautilus] «Questo ‘corpo/universo’ (nel senso della totalità volta alla specificità dell’uno) ci persuade che la cosa più importante non sia la rinuncia al dolore ma la sfida d’amore, per “non sparire”: così amore è coscienza della propria identità, del desiderio di affermare anche dolorosamente la sacralità e la potenza dell’essere contro l’assuefazione, il livellamento morale, la sottomissione “vigliacca” ad un tempo di rinuncia. Poiché al di fuori di Amore, tutto è Thanatos. Non può esistere compromesso. [...] Così il valore della memoria diventa agostinianamente lo ‘spazio della interiorità soggettiva’ dove, oltre alle immagini, stanno i principi primi delle tensioni del profondo. Diventa “evento/avvento”, non nel tempo fisico, ma energia ascensionale, come di seme dove è già l’albero, di sguardo d’amore che si fonde in un essere che era prima nell’infinita mente ed ora è nella percezione dei sensi.»

contact@nicolettacherubini.it

www.nicolettacherubini.it

autore
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza