Servizi
Contatti

Eventi


Informazioni
Ricerca
Autori
Gruppi Letterari
Riviste Letterarie

Torregiani

Novella (Porto Recanati), poeta, vive a Porto Recanati. Insegnante di ruolo in pensione, dal 1988 scrive in lingua e in dialetto. Ha fondato e presiede l'Associazione culturale "Coro a più voci" di Porto Recanati www.arteportorecanati.tk che opera a livello culturale da un decennio con recitals, mostre, piccoli concerti, concorsi letterari coinvolgendo numerosi artisti e letterati. Collabora nell'organizzazione dei premi letterari "Città di Porto Recanati", "Poesia Estate" (nell'ambito del quale si assegna il Trofeo "Rodolfo Gentili da Macerata" per la poesia ecologista) e il premio di pittura "Veliasimoncini" ed ha fatto parte delle giurie dei premi letterari "Città di Porto Recanati" e del "Trofeo G. Leopardi" organizzato dall'Associazione culturale "Marche-Colle dell'infinito" di Recanati. Ha pubblicato: Così per caso (1991, primo premio assoluto "Pisaurum d'oro 1993"), Oltre orizzonti (1996, poesia); Èccheme cchi (1999, poesie haiku in dialetto portorecanatese; primo premio "Calentano 1999"; pubblicato in e-book dalla Edizoni Simonelli: www.dialettando.com); Magm'Artis (2006, poemetto sull'arte); Filastrocche dell'arcobaleno (2006, poesie e filastrocche per l'infanzia); molte sue opere, di poesia, arte e narrativa, sono ancora inedite. Sue poesie sono inserite nell'antologia Oltre orizzonti realizzata in collaborazione con la Biblioteca comunale di Civitanova Marche e il racconto Novellina e la guerra nell'antologia Angeli nella bufera (2003). Numerose sono le opere inedite Fede e poesia (1994), Nerudiana (1995), Galleria (1996), Stelle de maru (1994/2000), Rocche Rocche... Filastrocche (2000), ...Lònne (2008). È stata nominata Accademico Honoris Causa dall'Accademia "Fanum Fortunae" e "Membro Honoris Causa dall'Accademia "Federico II di Svevia" di Corato (Bari). Partecipa alle giurie dei premi "Città di Porto Recanati" e per qualche edizione ha partecipato alla giuria del premio di fotografia "Città di Morrovalle".

Sulla sua produzione letteraria hanno scritto, tra gli altri: M.S. Ave «Originalità d'ispirazione, limpidezza di linguaggio hanno una loro intrinseca coerenza, un loro spessore espressivo presente in ciascuna lirica, vigoroso, ma soave nel fondo velato di malinconia. Con uguale efficacia, sa esprimere uomini,ambienti, circostanze.»; S. Baldoncini e D. Maggi «La poesia di "Stelle de maru" rappresenta un momento del tutto felice di rinnovamento della letteratura dialettale, alla quale vengono trasposti i temi e le forme della lirica alta, con un esito che tradisce un intenso e consapevole lavoro poetico. Risulta opportunamente salvaguardato il difficile equilibrio fra la tematica alta e il mezzo espressivo del dialetto La metrica, prevalentemente libera, ma che non rifugge da allusioni a forme isosillabiche, è tra i pregi più consistenti della raccolta.»; G. Garufi «Necessità ideologica di preghiera e di catarsi che si trasforma in un sicuro accento espressivo con dosate pause metriche, verso maturo e consapevole che, immediatamente, si fa voce riconoscibile...»; L. Palanca «C'è uno stile nuovo, diverso, sobrio e asciutto, a volte arcigno, mai scialbo o "capezzatu", sempre attento alle sonorità proprie del dialetto, capace di sottolinearne la sanguigna immediatezza.»; A. Ramini «Ricerca stilistica e penetrante scavo interiore, levigatezza di stile denso d'immagini che un'intensa musicalità rende spesso pregnanti, suggestive.Ci appare una personalità vigile, partecipe che, su particolari vagheggiati, indugia, distillando gocce d'incantata poesia.», «Deliziose, le  brevi, incisive liriche haiku, cui il dialetto infonde un'icastica suggestione :certe immagini essenziali nello scavo stilistico, ricordano i frammenti dell'antica lirica greca.»; M. Romagnoli «Immagini, sensazioni, ricordi di stile essenziale, incisivo, che rivelano la scoperta di valori assoluti, tali da diffondere intorno verità e sentimenti umani.»; A.M. Stella «Originalità d'ispirazione, limpidezza di linguaggio hanno una loro intrinseca coerenza, un loro spessore espressivo presente in ciascuna lirica, vigoroso, ma soave nel fondo velato di malinconia. Con uguale efficacia sa esprimere uomini, ambienti, circostanze.».

autore
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza