Servizi
Contatti

Eventi


Informazioni
Ricerca
Autori
Gruppi Letterari
Riviste Letterarie

Turco

Claudia Manuela / Brina Maurer (Codroipo 1970), poeta, romanziere, critico letterario, saggista, biografa, è stata giornalista e vive nella campagna friulana. Laureata in Lettere e Filosofia a pieni voti con lode, ha lavorato in un ufficio farmaceutico e in alcune gallerie d’arte. Collabora con riviste e siti internet.

Ha pubblicato: Frecce di luce (2003, poesia, con illustrazioni di G. Sesia della Merla e cd-rom), Il giardino dei coralli (2004, poesia), Udine: storia urbana (2004, saggistica), Frecce di luce (2005, poesia), Il fuoco di una vita (2005, biografia, pref. di A. Mistrangelo, anche in versione cd-rom per ipovedenti), Scarti d’autore (2005, poesia), L'età dell'oro e della ruggine (2005, poesia, pref. di D. Cara), Brina Maurer (2005, romanzo psicologico), Ilbacodaseta (2006, saggistica, pref. di S. Gros-Pietro), Case di scrittori (2007 e 2009, co-autore Gilberto Coletto), Metastasi di rosa (nota introd. di M.G. Lenisa, pref. di M. Alunni, nota di G.P. Tonon), Giardini di carta (2011, saggistica), Architectures Three-dimensional Poems (2013, poesia, nota e trad. in inglese americano di L. Bonaffini), Ciclo di Glenn: Glenn amatissimo (2013, narrativa, pref. di L. Gaddo Zanovello), Lord Glenn (2014, narrativa, intr. di P. Ruffilli, pref. di L. Gaddo Zanovello), Glenn di Raibl (2014, narrativa, 2 volumi, note di L. Gaddo Zanovello), Mr. Mughy (2015, diaristica, 2 volumi), Rame e cioccolato (2017, narrativa).

Nell’ambito dei concorsi letterari ha ottenuto un’ottantina di riconoscimenti, tra i quali i primi premi: 2002, “Féile Filíochta International Poetry Competition”, Dublino; 2003, “Fra Urbano della Motta - Natale”; 2004, “Nuove lettere”; 2005, “Nuove lettere” in due sezioni; 2006, “Parola di donna”; "Città di Sarno"; 2007: "Golfo di Trieste"; 2010 “Animo Animale”; 2017, “Percorsi letterari… Dal Golfo dei Poeti Shelley e Byron alla Val di Vara”.

Suoi materiali sono presenti in diversi siti internet e antologie. Numerose riviste e quotidiani hanno dedicato spazio alle sue opere. Ha ricevuto segnalazioni alla radio e nella stampa estera. Sue poesie sono state tradotte in inglese americano e in greco moderno.

Sulla sua produzione letteraria hanno scritto, tra gli altri: L. Bonaffini «[Architectures Three-dimensional Poems] In Brina Maurer’s poetry we find striking (dazzling) moments that remain fixed in the mind of the reader through the power of their visionary imagery and at the same time their geometric and chromatic rationality» -  L. Gaddo Zanovello «Mi è capitato in questi giorni di incontrare un libro bellissimo, di quelli che lasciano il segno, che non si possono dimenticare e che possono cambiare le persone, Glenn amatissimo di C.M.T. Mi è stato immediato pensare alla fortuna della casa editrice che si fosse assicurata la diffusione e i diritti di quest'opera. Non si tratta di un romanzo comune, ma della narrazione di un’insolita storia d’amore, molto ben scritta, delicata, originale e strutturata da esser letta d’un fiato, senza annoiare mai, nonostante la lunga sequela di particolari-verità che arricchiscono e fondano la vicenda» - R. Mascialino (Premio Franz Kafka Italia®) «[Trilogia del Ciclo di Glenn] I volumi, due dei quali particolarmente corposi e dal maxi formato poco usuale nei romanzi, descrivono tante giornate di vita in comune con il cane cui l’Autrice ha eretto un vero e proprio monumento nella memoria propria e di chi ha l’opportunità di leggere i libri. All’apparenza sono volumi impegnativi come quantità di scrittura, ma in realtà si leggono d’un fiato e non permettono al lettore di abbandonarli, tanto sono avvincenti e coinvolgenti, tanto sono ricchi di insegnamenti in umanità. [] Una trilogia che si impernia, attraverso la narrazione della vita con Glenn, il cane che ha salvato la vita alla protagonista e che vuole vivere per lei, sul sentimento d’amore unito all’affetto, l’amore perfetto, più totalizzante, al punto che il lettore non potrà fare a meno di rileggere e rileggere i tre volumi per stare in compagnia di questo cane meraviglioso e dell’Autrice che ne narra la storia» - I. Mugnaini «[Lord Glenn] L'idea alla base di questo libro è originale, fuori dagli schemi prevedibili e dalle tematiche scontate. Tutto questo è di per sé positivo e in qualche modo si applica a molti lavori narrativi. Ma in questo specifico volume c'è un ingrediente in più: la volontà di camminare in punta di piedi su un filo sospeso con il rischio del tonfo nel bathos, la comicità involontaria, una delle cadute più ingloriose e dolorose che possano capitare ad uno scrittore. La Maurer conosceva le conseguenze di questo potenziale crollo, e, anzi, si è deliberatamente indirizzata verso il percorso sul filo sospeso. Non per mero sfoggio di velleità acrobatiche né per semplice volontà di stupire o provocare. Ha scelto la traiettoria più complessa perché era conscia della sincerità dell'impulso e delle emozioni che hanno mosso i suoi passi e le hanno consentito di muoversi con leggerezza. Grazie a questa leggerezza ha saputo raggiungere la meta che si era prefissa: mettere in collegamento la fantasia e l'affetto, il reale e l'immaginario, l'impegno e la solidarietà a favore di chi soffre. Il tutto tramite una struttura ricca di verve e umorismo.» - L. Nanni «[Lord Glenn] Il soggetto e la ‘leggerezza’ della scrittura non devono trarre in inganno: il significato è profondo e investe il piano esistenziale. Secondo l’Ecclesiaste l’uomo non ha alcuna superiorità sugli animali, in quanto tutti destinati alla stessa fine — e questo pare un punto di raccordo per una relazione più stretta. [] Stile arioso e limpido, ricco anche di una certa fantasia linguistica» -  Paolo Ruffilli [Lord Glenn] «La scrittura di Brina Maurer è sempre creativa e personale, ma ha in più uno slancio di fervore in questa sua nuova opera, così varia e ricca di modulazioni, di sfumature di colore, di riflessioni, di giudizi, fino al trionfo finale, pieno di letizia, di conquista e di fiducia. Una prova della piena maturità umana ed espressiva. [… ] Forse il romanzo più libero, inventivo di Brina Maurer. La scrittura si dilata in una continuità mossa e riflessiva di grande incisività. È la rappresentazione della vita che è avventura, sogno, dramma, anima e teatro (come allegoria e come argomento), tutto congiunto e fuso. Un culmine di bellezza e di verità, nella piena originalità del discorso.».

brina.maurer@libero.it

www.casediscrittori.it

http://brinamaurer.wixsite.com/cmt

http://www.italian-poetry.org/turco_claudia_manuela.html

Poetrydream

ENPA Udine

Rifugio di Villotta

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza