Servizi
Contatti

Eventi


Io, Pru e una sfumatura di giallo
di Fosca Andraghetti

Carta e Penna Edizioni, Torino 2015, pp. 124.

Sinossi

Una storia che racconta il tranquillo quotidiano di Andrea, una giovane donna minore di quattro sorelle, che si tinge di giallo con la sparizione, e sospetto omicidio, di una coetanea vicina di casa, che risulterà poi sua sorellastra. Un rapporto parentale di cui in famiglia nessuno sapeva.

Andrea è una persona appagata, felice della sua vita, degli affetti che la circondano e degli interessi che coltiva. Felice anche con Prudenza, diminutivo Pru, una cagnolina che sorride increspando a nastro il labbro superiore, un ghigno che non risparmia a nessuno come le puzzette che regala a chiunque, compresa la sua padroncina.

Nemmeno la separazione di genitori, avvenuta quando Andrea era appena adolescente, sembra avere causato ferite mai rimarginate o traumi di un qualche tipo.

Protetta dalla madre e dalle sorelle prima e, in seguito, dal marito Marco maggiore di diversi anni che non cessa mai di vegliare su di lei, pur lasciandola libera anche quando è all’altro capo del mondo per motivi professionali. Eppure non si accorge di una piccola crepa creatasi in un mondo per lui apparentemente imbattibile: quello dell’informatica. Il pericolo arriva da Facebook con l’identità di Andrea rubata e i sospetti su di lei per la morte della sorellastra. Tutto si tinge di giallo, la sua giovane vita viene stravolta, ogni cosa viene messa in discussione, vecchi fantasmi riemergono, il rapporto con la madre s’incrina. Anche Marco viene coinvolto.

Incolumità di vite messe a rischio da un nemico invisibile; unico indizio un tatuaggio: una croce con pendenti tatuata sul polso. Un segno che trasforma in un incubo una vacanza in un’sola dei Caraibi. Tutto succede quando il ritorno alla normalità sembrava ormai raggiunto.

Poi tutto di nuovo cambia…

autore
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza