Servizi
Contatti

Eventi


Prefazione a
Negli occhi il cielo
a cura di Lucia Beltrame Menini

Giuseppe Zenti
Vescovo di Verona

In ricordo di don Stefano Piacentini

Quando un vescovo impone le mani su un giovane che diventa prete avverte nel cuore una grande gioia perché vede compiersi per la sua Chiesa la promessa del Signore: “Susciterò pastori secondo il mio cuore”.

La notizia della repentina e improvvisa morte di don Stefano, il 27 dicembre 2000, è stata una gelata. Molte le domande che colmano il cuore, molti i pensieri che turbinano nella mente. Cosa è accaduto? Come mai? Cosa dice alla nostra vita?

Un giovane prete strappato alla vita mentre sta muovendo i passi iniziali del suo ministero lascia sgomenti. È una tegola che ti cade addosso e ferisce.

Ora a dieci anni dal suo dies natalis guardiamo indietro alla sua esperienza di vita facendo memoria non solo di quello che don Stefano ha fatto e compiuto nel suo breve cammino terreno, ma cercando di cogliere quello che l’amore di Dio ci chiama a vivere nell’impegno della nostra esistenza.

Don Stefano, dicendo sì alla chiamata di Dio, ha fatto dono di sé al Signore per l’annuncio del Vangelo.

La sua testimonianza non è andata persa perché velocemente si è chiusa la giornata terrena, ma assume nella sua brevità una intensità del tutto particolare. Don Stefano ha detto con la sua disponibilità piena al progetto di Dio come la vita sia piena quando è data nell’amore secondo quello che il Signore suscita nel cuore di ognuno.

La sua testimonianza di vita non è venuta meno perché non ha potuto distendersi nel tempo, ma si è concentrata in poco più di due anni di ministero, ma è un richiamo forte, in modo particolare per i giovani perché non disperdano nemmeno un attimo della propria vita, non si lascino trascinare dalla moda del rimando, dell’attesa del momento propizio. È necessario riempire d’amore ogni momento della vita, non lasciar perdere nessuna occasione per vivere questa chiamata di Dio, così come cercava di vivere don Stefano vivendo la propria vita spirituale.

L’augurio è che questa pubblicazione possa essere occasione propizia per cogliere in questa testimonianza presbiterale i frammenti dell’unico amore che anima la vita dell’uomo e possa suscitare anche nel cuore di qualche giovane il desiderio e la disponibilità alla vocazione sacerdotale.

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza