Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche a
Anormalitą normale

Premio "Nuove lettere"
XX edizone 2007

L' Istituto Italiano di Cultura di Napoli, diretto dal Prof. Roberto Pasanisi, Docente  di Lingua e letteratura italiana alla Universitą per le Relazioni Internazionali MGIMO di Mosca e la Giuria della rivista internazionale di poesia e letteratura "Nuove Lettere" , composta da Alberto Bevilacqua, Antonio Illiano, Roberto Pasanisi (Presidente), Maria Luisa Spaziani, Mario Susko, Nąsos Vaghenąs, Nguyen Van Hoan, hanno dichiarato Anormalitą normale (Besa Editrice, Nardņ-LE 2007) di Antonietta Benagiano vincitore della XX edizione (2007) del Premio Internazionale di Poesia e Letteratura "Nuove Lettere" (sez. romanzo edito).

Nel corso della cerimonia di premiazione, che č avvenuta il 3 febbraio 2008 nella sala "Gabriele D'Annunzio" dello stesso Istituto in via Bernardo Cavallino n° 89, č stato letto e commentato un estratto del testo prescelto.

° ° °

Giorgio Bįrberi Squarotti
21 febbraio 2007

...ho letto il Suo romanzo con molta partecipazione e interesse. Ella sa rappresentare con molta chiarezza e veritą le esperienze e le vicende della vita fra amore e delusione, paura e speranza. I personaggi sono colti efficacemente, con un fondo sempre di fiducia e di affetto, nel trascorrere del tempo. Manuela č una figura mirabile, esemplare.

° ° °

Lorenza Rocco
Sģlarus n. 251-252/2007

Lorenza Rocco, Direttrice di Sģlarus, nell'accennare all'opera della rivista, uno spaccato della cultura del '900, inserisce il romanzo della Benagiano come segmento fortemente significativo della evoluzione culturale. Annota tra l'altro: Anormalitą normale, titolo geniale che coglie in pieno la condizione esistenziale del post-moderno, della societą del relativismo etico, della crisi di identitą, dopo il franare delle assiologie e delle ideologie. Un'anormalitą normale che la Benagiano coglie nella quotidianitą, in storie e personaggi senza tracca, che costituiscono una campionatura eloquente di comportamenti e di atteggiamenti. Un invito alla lettura come momento di analisi, autoanalisi, riflessione. Un tempo, quando la storia procedeva lentamente, l'identitą non destava problema. La tradizione offriva solide griglie interpretative. Oggi l'identitą, sia individuale che collettiva č una costruzione infinita, sempre in fieri, un'identitą aperta.


autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza