Servizi
Contatti

Eventi


Introduzione a
Compos mei

Mariella Bettini

Gianni Calamassi rappresenta ciò che ogni aspirante poeta vorrebbe diventare perché per lui è naturale osservare la società privo di ogni pregiudizio, semplicemente con gli occhi dell’anima, inseguendo con ingordigia le sensazioni infinite che, ogni ora del giorno e del tempo, la natura e tutti gli esseri viventi possono trasmettere.

Per questa capacità di percezione, l’autore riesce ad animare oggetti senza vita, lambiti da fenomeni naturali ed umani (Panchina). Gli accidenti, le esperienze della vita, spesso, vengono solo sfiorate in un susseguirsi di accenni che riescono a toccare il passato, alludere al futuro, anche quello metafisico, sempre con la delicatezza e la forza del sentire profondo che va al di là dell’uomo e partecipa del mistero in cui tutto è immerso ma dal quale, a volte intravediamo una luce che, in fondo, non sembra poi tanto lontana (Grun, Grun; A una madre).

Spesso, infatti, riesce ad essere confortante sebbene non ci risparmi le crudeltà della natura, dell’uomo e del mondo tutto, delle sofferenze profonde a cui è sottomesso, della brutalità degli avvenimenti naturali ed umani che dobbiamo sopportare. Eppure la lettura risulta catartica e la nostra anima riesce a sollevarsi come una traballante mongolfiera su una distesa di ulivi sferzati con forza da una vigorosa tramontana.

Molto importante è anche il tema dell’amore, quello che fa sapere i capelli dell’amata di dolce profumo di lavanda come i suoi occhi, luce lunare che illumina la notte (Donna). E’ l’amore che sa di eterno, sono le sensazioni che si confondono con la società e diventano universali (Cerco nell’aria un’emozione).

Non mancano fra i suoi scritti, quelli ispirati ad una maieutica sociale dove si susseguono frammenti di vita privata e collettiva, senza tempi di meditazione. Comunque, il meglio di sé, l’autore lo dà quando lascia pulsare la vita dentro la sua anima, dando significato alle emozioni della vita.

Quando “smette di piangere” insieme alle emozioni, svanisce anche l’alba ed il tramonto dei giorni.

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza