Servizi
Contatti

Eventi


Orcheomai

Note critiche brevi

Su: Parole come compagni (poesia illustrata)
Anna Franceschini - Bella ciccio soprattutto la seconda parte…

Su: Cerca
Anna Parodi – Così come il “riscaldare un fuoco” o “accendere l’orizzonte con un lumino fioco” lo stesso “dar vita alla vita”! Sì. Posso cercare di sdrammatizzare, ma è pur sempre negare un’evidenza giacché è il fuoco che è già caldo e la vita è già vita! Lessi un libro che si intitolava “Capriole in salita”, ecco credo che in questo ossimoro ci sia il senso di sapersi rialzare per dare poi valore al nostro barcollante incedere CERCO di…e di questi tempi è già molto!!!

Su: Esperanza
Andrea Carraresi - Avrebbe potuto dire : NON GETTARLA, NON SCIUPARLA, invece usa il termine NON SFIORIRLA, che presuppone visioni assai più complesse, perché sostituisce da sola a lunghe perifrasi, quali:
Non avere fretta di sbocciare e di bruciare la candela della tua vita, ma goditi la tua gioventù, matura piano piano, preparati senza fretta alla tua vita di donna e di madre.
Non buttarti via, hai una vita davanti ed il tempo, questo tiranno che si consuma sempre troppo in fretta, non può essere vinto, ma in qualche modo domato, se non si ha fretta, non può essere vinto, se non regaliamo una parte importante della nostra vita.
Vi ricordate gli occhi RIDENTI E FUGGITIVI di Silvia? Questo “non sfiorirla” è una metafora altrettanto potente.
Come un bel gol durante una partita di calcio può valere da solo il prezzo del biglietto, così una metafora perfetta rende una poesia un’opera d’arte. La qual cosa significa che questo amico di cui oggi festeggiamo le opere poeta e pittore è soprattutto e sostanzialmente un artista.

Il lustro cosparso

Note critiche brevi

Su Il pensiero
Anna Parodi
– Nel momento in cui la voce lo vibra nell’aria, il pensiero si concretizza e diventa parola e accade, a volte, che quella parola diventi poesia! Grazie, Gianni, non ti si può fare il torto di mettere un commento non sentito e poi non è da me. Buona vita a te sempre, nell’amore e la passione per l’arte.

Su Noi siamo le vostre crepe
Anna Parodi
- Quanto è vero ciò che scrivi : noi siamo tutto questo e prima avviene quello strappo e più significa che abbiamo assolto il nostro ruolo di genitori che non è quello di trattenere , ma di lasciare andare tenendo sempre la "porta socchiusa" perché un figlio sappia che potrà sempre farvi ritorno. Bellissima, Gianni

autore
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza