Servizi
Contatti

Eventi


Non è facile parlare di Gianni Calamassi
visto da Bruno Chisu

Non è facile parlare di Gianni Calamassi, avrei voluto conoscerlo prima. La nostra conoscenza è avvenuta qualche mese fa in maniera fortuita, mi trovavo per lavoro a Firenze, mi è stato presentato da amici comuni e da subito è nata un’amicizia spontanea trovandoci uniti da comuni passioni, come lo scrivere racconti e poesie. La poliedrica mente di Gianni, non si ferma solo allo scrivere, spazia nella pittura e nell’uso della china per i suoi meravigliosi disegni che sembrano prendere vita, con archi, pozzi, porte, portici fioriti che si differenziano molto dal suo modo di scrivere racconti e poesie.

Nei disegni e nei quadri dà poco spazio alla fantasia, ma con meticolosa precisione riporta alla vita vecchie cose che sembrano rinascere dalla sua mano, dandole un aspetto che viaggia nel tempo, cancellandone la vetustà in maniera meravigliosa. Mentre nelle sue poesie, mi trovo avvolto nella sua fantasia, a volte con verità presenti ed immediate, a volte così ermetiche che obbligano l’immaginazione a crearsi un soggetto, una causa, per capire come l’autore possa dare vita reale ed esistenza ad oggetti e forme che nella realtà quotidiana gli si dedica uno sguardo di sfuggita come non ci fossero.

La sua letteratura, i suoi racconti evidenziano questa sua maniera di esprimersi.

Si legge tra le righe dei suoi racconti un malessere antico…la conoscenza di fatti, di episodi che hanno condizionato la sua vita, con metafore, doppi sensi, che portano a pensare che l’attenzione per il bello l’attrae nella pittura, ma ne ha paura nei suoi scritti e nelle sue descrizioni dell’amore, del cielo in ogni stagione, degli oggetti che ci accompagnano tutti i giorni, per noi invisibili, che diventano importanti e vivi per Gianni Calamassi.

Ho letto e visto con piacere, tutto quello che durante la mia visita a Firenze mi ha regalato, spero un domani di poter leggere ancora altre sue opere, nel frattempo lo seguo nei suoi post in FB e nella sua pagina. Grazie Gianni, spero di essere stato reale e positivo.

Arrivederci presto

Nuoro 27/2/2017

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza