Servizi
Contatti

Eventi


Maria Luisa Daniele Toffanin

Premi letterari conseguiti

Dell'amicizia - My red Hair

     

2010 Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Val di Vara Circolo Artistico Letterario Val di Magra R. Micheloni Aulla 3 premio
  Libro avvincente e di piacevole lettura. Gli eventi del presente si intrecciano con i ricordi della poetessa dando vita a versi vivaci ed originali.
La “fusione di suoni” rimane nel lettore come un messaggio poetico limpido e fortemente evocativo.

2006 Premio Histonium Vasto Premio speciale
 
2006  Premio Letterario Internazionale Un tessuto di Cultura Prato Premio speciale

2005 Premio Aquilaia Salaiola 4 premio
 
  Premio Cinque Terre - La Spezia 3 premio

2004 Premio Val di Magra Aulla 2 premio
 
2004 Premio Atheste Este Primo premio
 
2004 Premio Nazionale Il Portone Pisa Finalista

Sillogi pre-edite

2004 Premio Venafro (con conseguente pubblicazione) Primo premio
  “Dell’amicizia” non una raccolta di poesie ma una vera e propria intrecciata corona: e chiede dunque a chi legge una partecipazione altamente attiva, impervia, a stretto contatto con le ragioni e le regioni coincidenti della gioia e del dolore. La storia di un’amicizia di due donne, l’una dentro l’euforia della scrittura e del racconto, l’altra colta nel suo quieto e infuocato vivere, si fa qui esemplare per l’assai pulita evocazione attraverso la parola ferma e incantata. Incisa dal bulino di un umano forte sentire, questa poesia naturale e un poco innocente sembrata quest’anno a tutti i componenti della Giuria la pi degna del Premio con la pubblicazione.

Venafro - Memoria festante dolente

Sono all’ombra di Venafro
nome-ricordo-luogo d’anima
ora cascata di rose aspinee
e petali altri-occhi di fiamma
fra il suo giallo turgore
salito un tempo dal Molise.

Lieta visione di vita rinata
subita memoria festante dolente
di te Valeria-myredhair
in me l premiata
diletta sorella amica.

Di te Amerigo
con la tua edizione
e il tuo giornale, splendente corona
per me intrecciata insieme a Gerardo

tu rassicurante nella folta barba
di mite pastore-filosofo
lui come te poeta devoto
ai riti della terra.

Valeria Amerigo strappati entrambi
dalla furia della strada omicida
vivi ora nel luminoso vegetale
cascata di rose aspinee.

Cos si spetala la vita
fiore dopo fiore
sempre in me nelle aiuole del cuore.

Non si chiede la rosa
nel suo profumo di nuovo esalato
di questo nostro mistero
che mi svuota sempre l’anima
ancor pi oggi nell’azzurro spudorato
all’ultimo raggio d’aprile.

28 aprile 2018

La lirica che dedichi ai due amici scomparsi luce che danza, insieme ad altre tue luci, intorno a Valeria e Amerigo come, intorno a Beatrice e Dante, la corona dei Beati nel Cielo del Sole. (Aldo Cervo)

 
2004 Premio Mondo Libro Roma Primo premio

     
autore
Literary 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza