Servizi
Contatti

Eventi


Segnalazioni librarie a
Attrazioni e illusioni francescane in Gabriele D'Annunzio

Res [Rosario Esposito]
in: «Vita Pastorale», n. 8-9, 1989

La venerazione del Vate per il Poverello è ben nota: nel Vittoriale la presenza di san Francesco era indubbiamente la più abbondante, al punto che qualcuno la riteneva addirittura ingombrante. Generalmente questa “devozione” dannunziana non ha avuto buona stampa: la si riteneva pura moda estetizzante. Non si vuoi dire che fosse tutto oro colato, ma certamente non era pura formalità. L’A., in fatto di francescanesimo manzoniano, è una vera autorità; stavolta s’è impegnato a vederci chiaro nel francescanesimo dannunziano, senza pregiudizi, senza entusiasmo acritico, in piena obiettività. È un lavoro meritorio (Res).

Redazionale
in: «Messaggero di sant’Antonio», 14 luglio 1989, n. 12

Infaticabile ricercatore di «francescanesimo», l’autore indaga anche nell’opera del «Comandante» offrendo, in una densa monografia, interessanti stimoli. In un momento in cui si auspica una nuova lettura ai fini dell’ammodernamento ma anche della divulgazione del poeta, un saggio come questo può aprire una pista feconda anche per gli scettici.
autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza