Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche a
Il Libro

Giorgio Bárberi Squarotti
Torino, 24 agosto 1978

Caro Di Mario, … mi scusi se non mi sono più fatto sentire…..Ma, col favore dell’estate, ho potuto finalmente leggere e meditare Il libro, che è un’opera di straordinaria poesia, l’unica di così vasta ideazione e di così splendida attuazione nel linguaggio e nella forma che io conosca nel nostro novecento. Ella è riuscita a coinvolgere nel suo discorso poetico realtà materiale e storia, politica e passione, filosofia e scienza, come nei grandi poemi del passato. Sono rimasto, dopo la lettura, sconvolto di ammirazione e di entusiasmo.
Credo che l’opera meriti di essere resa nota. Pensa di pubblicarla?….

Torino, 27 novembre 1979

Caro Di Mario, sono molto lieto che il libro sia uscito. L’ho riletto con estremo interesse e meglio ho potuto apprezzare il carattere “totale” del poema, fra rappresentazione morale e splendide evocazioni liriche, un’estrema dolcezza e l’acutezza di un discorso grandioso di carattere etico e civile. E’ il vero compendio poetico delle nostre sorti, nel male e nel bene; e il linguaggio che ella usa è perfettamente adeguato, duttile e vario com’è, all’assunto del poema dell’oggi, quale regge Il libro (che è anche un bel titolo, adeguato all’opera: Il libro, la bibbia del nostro tempo)

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza