Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche a
Elegia per la madre

Giorgio Bárberi Squarotti
in quarta di copertina

Elegia per la madre mi sembra in assoluto uno dei più belli e intensi libri che mai abbiano discorso della figura materna, soprattutto per la forza e la verità con cui la corporeità del rapporto con la madre è rappresentata. E’ davvero un’opera originale e appassionata” .

Roberto Carifi
in quarta di copertina

Elegia per la madre si caratterizza per la sua forte intensità, per la cognizione profonda del dolore, per la forza dell’amore filiale che tocca momenti di commozione”.

Cristiano Mazzanti
nella prefazione

“La morte viene strappata alle raffigurazioni tradizionali per acquistare regalità: “i passi d’avorio levigato”; “il fuoco fatto cenere per sempre”; “altare di terra che celebra i miti e le stagioni”. E ancora: “Un precedente riferimento a questa impresa (un canto  per la Madre morta) viene dalla cultura statunitense: il Kaddish per la madre  Naomi, di Allen Ginsberg”.

Luigi Pumpo
Giuria Premio Nazionale di Poesia “Spazio donna 2002"

“Poesia d’intensa liricità, dove la memoria e il desiderio si fanno eco d’ispirazione profonda”.

Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza