Servizi
Contatti

Eventi


Presentazione a:
La critica di Leonardo Selvaggi
sull'arte e la letteratura frenniana

Sandro Serradifalco

Realizzare un'opera editoriale inerente l'attività artistica di Michele e Gabriella Frenna, risulta essere compito onorevole per qualsiasi editore, onorevole quanto conoscere personalmente i due artisti, studiare il loro operato, diverso nella forma (il primo tra la più significativa testimonianza musiva contemporanea, il secondo promotore di raffinata sensibilità lirica) ma comune in quei saldi principi che mutano l'uomo in artista e 1'artista in uomo.

Il patrimonio comunicativo Frenniano, di conseguenza, costituito da valorizzazioni emozionali canalizzate nell'attività musiva del maestro Michele Frenna e nel lirismo di Gabriella viene analizzato con meticoloso compiacimento emotivo dal sensibile animo di Leonardo Selvaggi. L'incontro tra personaggi di rinomata dolcezza artistica non poteva che donare entusiasmo a tale nuova esperienza editoriale.

La conoscenza diretta con il Maestro Frenna, la condivisione di valori saldamente presenti tra i suoi cari, gli stessi sempre rifusi in una continua ricerca culturale, costituiscono solide fondamenta per questa iniziativa editoriale che sembra trovare linfa nella stima e nella sincera amicizia. Vitalità che ritrovo nell'operato della figlia Gabriella Frenna, il cui lirismo ha il dono di fungere da antidoto alla pesantezza esistenziale; come un perenne flusso d'acqua cela in sé la forza di sgretolare la roccia più dura, di riuscir a trovar un senso anche al ricordo più cupo, di attenuare il dolore pia lacerante.

Lo stesso Leonardo Selvaggi sostiene in merito che: Il sentimento dei ricordi diventa vita piena, si riempie di quello che si ha in tutti i momenti dei nostri giorni. E di passo l'operato del padre Michele sembra concentrare tanta sottile colta umiltà, tanta meditata concretezza estetica, inesauribile volonta creativa. Tra immagini sacre, scene allegoriche acquisisce magica corposità la serie dello zodiaco, fatica artistica di Michele Frenna che la dice lunga sul futile dinamismo compositivo contemporaneo.

A tal proposito, Leonardo Selvaggi: I segni zodiacali vogliono essere nella loro luminosa, perfetta esecuzione un ponte di passaggio fra la terra e il cielo. L'artista fa percepire i misteri delle varie costellazioni che dominano ciascuno di noi, sentendone l'influenza, coinvolti come siamo dai loro moti perpetui giorno per giorno. C'è magia, magnetismo: l'uomo preso nell'armonia universale si sente particella – atomo dell'immensitd del Creato. Non può l'intelligenza umana non essere partecipe dei fenomeni del mistero dell'Universo. L'artista Michele Frenna, ce lo dice l'autrice del volume, è tutto sommerso dal senso dell'ignoto, proiettato in altezze sublimatrici. I suoi tasselli vitrei rilucono inondati dal sole, conformando nel loro insieme opere d'arte che sanno di sogno, di fantastico.

Sogno e fantastico componenti essenziali di un modus operandi che sembra non subire alcun insensato condizionamento pseudoaccademico, piuttosto attinge dal pozzo della quotidianità dolci acque che rinfrescano e rasserenano anche i più turbolenti animi sospingendoli verso la consapevolezza di un'allegorica valorizzazione dell'esistenza; senza tralasciare mai l'attenta analisi degli avvenimenti della nostra epoca. Nell'operato musivo di Michele Frenna si avverte il contrasto tra la genialità paziente dell'artigiano e l'irrompere della fantasia dell'artista.

La pacata dolcezza di Gabriella manifesta verve intuitiva non comune e rara capacità d'andar oltre la superficie delle cose. Di non restare ingannata dalle false pulsioni, dalle sintetiche rappresentazioni. Gabriella sonda il suo animo e scavando in profondità rievoca in noi momenti o sensazioni passate donando volontà inventiva.

Inventiva della loro forma poliedrica presente nei loro intenti artistici, nel loro segno timbrico il quale porta alla scoperta della luce interiore ed esteriore, alla suggestione dell'immagine istantanea e mediatica, alla conoscenza di se stessi e degli altri. Nell'analizzare tali opere, sembra assistere alla simbiosi tra autore e visione, sembra verificarsi una forma d'interscambio tra opera e fruitore, così come ritengo la consultazione dei testi a seguire susciterà nel lettore. Un sincero grazie alla instancabile volonta comunicativa di tali preziosi artisti.

autore
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza