Servizi
Contatti

Eventi


Alberto Liguoro

da "Radici", p. 47

Premessa

Perché questo libro di poesie (o meglio progetti di poesie che andrebbero sviluppati, cambiati, messi a punto in vario modo) è diviso in tre parti?

Perché è ormai parecchio tempo che non scrivo poesie in un numero così consistente, da poter formare un’autonoma raccolta, pur avendo, come tutti, anch’io, ovviamente, il mio modo di fare poesia, che può anche essere non-poesia.

In questo libro sono contenute vecchie poesie che, con gli occhi di oggi, io vedo, appunto come progetti, impianti base, intelaiature di poesie. Esse (rimaste sepolte per molti anni in mezzo a libri e carte varie) erano raccolte in tre libri, insieme a molte altre, alcune date o ispirate da altri, saggi, esperimenti, racconti più o meno brevi, spezzoni vari, e così via; alcune erano riportate, con più o meno radicali cambiamenti, più volte in diverse pagine, tra le quali potevano essere trascorsi anche molti anni.

Io ho rispettato, in linea di massima, la suddivisione nei tre libri, corrispondenti, così, alle tre parti di questo volume. Ho estrapolato alcuni scritti al magma primordiale, ho aggiunto qualcosa; inoltre ho operato sugli scritti cambiandoli più volte e più o meno radicalmente.

Si potrebbe continuare a farlo all’infinito ottenendo altri scritti, poesie, progetti di poesie e così via con i significati più diversi e contrastanti.

Così sempre sarà finché l’uomo pensa.

Non morirà mai la poesia, e ciascuno potrà sempre aggiungere ad  essa un piccolo tassello.

Se proprio dovrà essere, sarà domani poesia… il nulla.

l’Autore

 

autore
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza