Servizi
Contatti

Eventi


2010

Scoprire Venezia

Nella notte salata
brilla l'aria negli occhi.
Dondolano lanterne
scintillando
sulla polvere d'acqua.
Galleggia il battello su pece
e fende i frammenti
dello specchio d'Alice.

Venezia bisogna cercarla così,
che sale e che scende
ogni giorno nell'acqua
con un segreto
passato in laguna
da una gondola all'altra.

Stasera l' aspetto di nuovo
nell'opale di luna
tra Schiavoni e Giudecca
chiudendo poi gli occhi
per sentire carezze
che sfiorano il viso.

Venezia, una donna

Aspetta trepida
lo scambio delle linfe
mentre tra ricci capricciosi
albeggia sublime
lo sguardo nuovo
di una donna.


Sono profumo,
sapendo,
le lunghe gambe di Tamara.

Fa lasciare la riva
per un mare aperto
quella bellezza ostenta
che vorrebbero gli altri.

In questo esiguo arcano
ne riscrivo in dettaglio
per la calle l'onda del passo,
che va, che va, che va,
dando alla fantasia un passaggio,
uno strappo,
fino alla prossima sosta
dei miei foglietti in viaggio.

Il gufo

Il gran disegnatore americano
lo raffigura in guisa
di saggio leguleio.
Col palmo della mano
striscia la barba
dove i bianchi e i neri
non pareggiano la sorte.

"DURALEX" è soltanto una marca
di bicchieri francesi da bistrot.

Non temiamolo quindi.
La bilancia e la spada
sono altrove.

La toga ed il tocco ?

Tutta scena.

Nel profondo resta solo
un vecchio barbagianni.
Ma coi tempi che corriamo
precisare forse è meglio:
qui si parla di fumetti.

Il caffè

Entro con la tazzina in mano
e ti guardo mentre
dormi arricciata
il tramonto di un sogno.

Finita la stagione
sono cenere le quinte
del teatro, perché
non sei più tu che cerca
il mio mutevole abbraccio.

Il caffè che ti porto
ha profumo ed aroma seducenti,
ricco ancora il suo gusto,
ma io so che ormai è solo
caffè decaffeinato.

autore
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza