Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche brevi a
Come gioco dell'anima
di Maria Antonia Maso Borso

la Scheda del libro

Ettore Fini
RadioRai, Spazio Tre, 1988

Diario esistenziale

Come gioco dell’anima (Edizioni del Leone, 1988) è una sorta di diario esistenziale, un album della personale condizione, un taccuino delle opere e dei giorni, secondo una cifra stilistica di considerevole maturità espressiva.
Maria Antonia Maso Borso, in queste pagine, si rivela scrittrice di spessore; capace di mettere a frutto la migliore lezione moderna, da Montale a Luzi. Facendolo, questo è il punto, da una propria posizione originale, personalissima, che riesce a miscelare in modo felice immagini colorate e atmosfere musicali.

* * *

Ferruccio Mazzariol
1988

L’ancestralità contadina

La poesia di Come gioco dell’anima è ricca di spunti, di registri, di orizzonti. Talvolta è realistica, ironica; talvolta è trasparente, nitida.
Mi piacciono soprattutto i momenti per così dire veneti, gli squarci dell’ancestralità contadina. Molto bella, ad esempio, “giorno dei morti”. Un po’ balzana (in senso positivo), giocosa, efficace “Brentane di minestre”.
Sull’aria di una filastrocca minuta, in presa diretta, confessione ilare, è “Mi sono vestita di rosso”. Prova, come le precedenti, convincenti sul piano poetico.
Forse avrei limato in modo più severo, per dire di qualche neo, alcune liriche di “Sentimento d’amore” e di “L’età forte”.

* * *

Andrea Cason
1988

Femminile dolcezza

In accordo con la prefazione di Enzo Demattè, sarei propenso a situare la vena più vera di Maria Antonia Maso Borso nella sezione “L’età forte”, che è ricolma di un forte sentimento, quello amoroso, centrato in pieno senza ombra di retorica e con forte (appunto) decisione, tuttavia con una struggente e femminile dolcezza.
Tutta la raccolta Come gioco dell’anima presenta comunque una sincera tensione esistenziale, dove i colori asprigni dei ricordi si fondono con la “schietta naturalità della passione”.

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza