Servizi
Contatti

Eventi


Presentazione a
L'amore dell'alba sociale

Antonio Coppola

La poesia di Pasquale Montalto è nutrita di un senso preciso del sociale. sono immagini che affluiscono a frotte e appena frenate in punta di penna, quasi a voler protestare per il mal riuscito, l'indifferente, il tepido confluito nel sociale. Dal sociale egli coglie i mutamenti, le scoperte e far entrare in noi la "pazzia della scienza", come la chiama Montalto.

Dal suo osservatorio si muovono "le storie" di una società subunìana, resta il fatto come e quanto saprà trasfigurarli il poeta? Una corsa per arrivare stremato al traguardo, si odono passare "personaggi" o "cuori di gente semplice" e tra tanta storia e astoria il poeta sa riportare "calore ai cuori freddi".

Dalla poesia cosiddetta impegnata, all'autobiografismo della poesia d'amore: qui, meglio, la trasparenza del poeta batte sui sentimenti. si rinvengono in progressione le compagnie amorose e le tensioni frementi.

Questa seconda parte è poesia di un cuore messo a nudo, il poeta raccoglie, respira e sembra aleggiare sì l'uomo sociale consumato, ma filtrato attraverso una ripusitura alla comprensione, dopo la tempesta. Alla lettura nemmeno questi versi possono comunicare di aver toccato con mano quella serenità amata, quel piacevole senso di vita scaldata da un raggio di sole. Rimane, in questa seconda sezione, un fondo irranciungibile elle è il fondo represso e riposto di quel "mondo sommerso" del Montalto; non giunge l'accordo provato prima, ma la poesia nella sua fine soggettività e nel suo mondo sillabato trova un qualche approdo in quella "gente nuova" auspicata dal Poeta.

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza