Servizi
Contatti

Eventi


Nota dell’Autore a
Il grano era alto

Queste poesie furono composte tra il 1953 e il 1957 e nel 1961,durante il mio soggiorno in Lussemburgo, raccolte per la pubblicazione in volume. Furono inviate all’Editore Bino Rebellato di Cittadella, Padova. L’Editore le valutò positivamente e mi inviò una proposta per la pubblicazione nella Collana Poeti. Purtroppo, trattandosi di poesia, era previsto, allora come ora, un contributo da parte dell’autore. Non essendo in grado, in quel momento, di far fronte alla cifra richiesta, dovetti a malincuore rinunciare.

Ho ritrovato questo fascicoletto in fondo a un cassetto e ho deciso di pubblicarlo, non tanto perché possa aggiungere qualcosa al mio itinerario poetico, ma per storicizzare il momento iniziale del mio percorso, con tutti i limiti di un’opera prima. Era l’inizio di un cammino, che in quella prima fase ebbe anche momenti positivi, con l’attribuzione di alcuni premi. 1956: “2° Premio di Poesia Ebe”; 1957: medaglia d’argento al Premio Letterario “Il Ceppo” per il racconto; 1958: medaglia d’oro al Premio di Poesia “Città di Catania” e 2° Premio “Vado Ligure”; inserimento nell’antologia “Poeti Nuovi” a cura di Remo A. Borzini nella quale figuravano anche autori poi diventati molto famosi, come Pier Paolo Pasolini, Inisero Cremaschi, Franco Matacotta, Pietro Cimatti ecc.; 1959: 2° Premio “Realismo Lirico” e Premio della Cultura assegnato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri; 1960: inserimento nell’antologia “Poeti Italiani del Novecento” a cura di Roberto Cervo; 1961.

L’accettazione della raccolta di poesia da parte di un piccolo editore qualificato come Bino Rebellato, che rifletteva parte della mia produzione poetica di quegli anni, anche se poi per motivi economici non riuscii a pubblicarla, agì da forte stimolo nella ricerca di una poesia sempre più impegnata, anche se con moduli espressivi diversi.

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza