Servizi
Contatti

Eventi


Pietro Nigro
da: Il deserto e il cactus, 1982
successiva

Crisalide

A che vi hanno inventato occhi nuovi
se albero ne dite
d'una testa sbocciata in verdi pensieri
di foglie d'un nostalgico eden antico
nell'eterna rigenerazione
dell'eterno ciclo.
A che questo modo diverso
d'inventare la vita
se dopo tanta cultura
dopo tanta sapienza
dopo tanta scienza
dopo tanta arte
dopo tanta politica
dopo tanta noia
dopo tanta vita cos
dopo tanta droga
dopo tanto dramma
dopo tanta potenza (anche d'amare)
dopo tanta impootenza (anche d'amare)
dopo tanta violenza
dopo tanta ipocrisia
su cui grufola il mondo
dopo tanto pianto
in cui s'affoga
dopo sempre le stesse cose
dopo tante ripetizioni
dopo tante cose uguali
dopo tanti sogni a spronare la vita
dopo tante brume ad annunciare
(sia pure) la pi abietta metempsicosi
di vermi e di fango
una morte senz'anima
ma con fiori con riti con lapidi
e temporanee preghiere
una notte-morte senza domani
un sonno senza risveglio
un sogno eterno
dopo tante sciocchezze
fin dove l'albero scorge l'erba
che calzano le sue radici
e penetra il cielo
la vostra intelligenza
se dopo tanta truffa di vita
il nulla.
...ma a poco a poco
m'opprime il cuore
un rimpianto
e mi turba
il richiamo
d'una vita che si perde.

autore
Literary 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza