Servizi
Contatti

Eventi


Pietro Nigro
da: Il deserto e il cactus, 1982
successiva

Immortalità

Quando muoiono le ore
voglio restare solo
a gustarmi il silenzio del nulla.
Sospeso come un frutto maturo
in bilico sul ramo
anelo una linfa che mi è ormai negata
e il definitivo tuffo nella tomba della terra.
Quando muoiono le ore
sento una corrente sotterranea
che mi solleva e mi sospinge al largo
contro la mia volontà.
Il mio camminare mi porta a ritroso
nell'alto mare come un richiamo
di una cellula primordiale.
E attendo questa ignota metamorfosi
tanto vissuta nel mio pensiero
e immagino le nuove forme
in un assurdo di vita inventata,
e la materia disfarsi
nell'infinitesimale esistenza
bagliori di origine e rinnovamento
a cui non si seppe che dare nome Bellezza.

autore
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza