Servizi
Contatti

Eventi


Pietro Nigro
da: Astronavi dell'anima

LA SOLITA MATTINA

Questo è il momento insensato che centellina
i minuti adocchiati pigramente
la mattina
buttati senza voglia
nella pattumiera del tempo.

Ma i morti, i morti,
dimenticati i morti di ieri,
del vecchio che non suscita pietà
ai bambini dilaniati di tutte le Sarajevo,
compattati nell'archivio dei ricordi.

Non c'è spazio per loro
nella frenesia dell'oggi.

La conquista ti attende:
innalza i vessilli
della tua insana battaglia.

La risorsa della notte
ha compiuto il suo corso
nel temporaneo oblio.
E così rinasce dalla sua morte
il nuovo giorno.

Ma c'è spazio ancora per la speranza?

autore
Literary 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza