Servizi
Contatti

Eventi


Premessa a
Poeti contemporanei
Forme e tendenze del XXI secolo

Giuseppe Manitta

Una vibrante tensione stilistica e di pensiero alimenta la poesia di Pietro Nigro che affida alla propria opera una rappresentazione caleidoscopica sia della propria avventura emozionale sia della rappresentazione della realtà. Ma la sua poesia non è una semplice enucleazione dei moti interiori, come molti poeti ci hanno abituato a leggere, ma una pregnante ricerca nella coscienza dell’uomo e un continuo porsi delle domande sull’esistenza.

Data questa premessa, si evince chiaramente come la sua poesia diviene nota filosofica, espressione di vita e cammino lungo le strade della verità. Nigro va, infatti, alla ricerca della verità, oltre gli esteriorismi della società e della poesia contemporanea. In questo percorso conoscitivo si lascia spazio al dubbio, all’incertezza. Il suo sistema poetico si presenta come un cammino continuo, che non ha mai conclusola via da percorrere, perché proprio nella contemplazione di attimi vitali il poeta coglie il mistero della vita.

Tale dimensione si può comparare con un’espressione dell’epistolario foscoliano, in cui si avvalora come l’uomo e il vero poeta vivano del mistero: “Nascere vivere e morire: ecco che cosa sappiamo; e lo sappiamo non già per le cause, bensì per l’esperienza continua degli effetti; ma il come e il perché d’ogni cosa stanno e staranno, a quanto io credo, in eterno nella mente imperscrutabile dell’universo”. Il poeta Nigro ha, certo, il senso classico del cogliere l’attimo, perché proprio in esso si manifesta uno dei valori più importanti dell’esistenza, ovvero la sua irripetibilità. Tra i meandri mentali e le diagonali psichiche si delinea anche un percorso visionario, fatto di immagini interiori che avvicinano, come egli stesso afferma in una sua lirica, al mondo magico di Chagall. Si delinea, a questo punto dell’indagine, una più chiara dimensione della poesia di Nigro, che raggiunge l’oasi dell’anima, quell’angolo verde della vita, in cui vi ritrova la verità e il sogno, realizzando anche una ricerca filosofica nell’apparente deserto che tutto circonda. Un accenno fondamentale riguarda il codice stilistico.

L’autore è un poeta modernissimo, ma come gli antichi riesce a forgiare uno stile intrigante, classicamente moderno, memore della tradizione e innovativo all’interno di alcuni suoi stilemi. Egli ha colto l’importanza della lingua e la necessità delle ricerche poetiche novecentesche. In questa simbiosi si manifesta, infine, la visceralità della terra siciliana, da cui il poeta stesso estrae linfa vitale e fiele.

autore
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza