Servizi
Contatti

Eventi


Pietro Nigro
da: Versi sparsi, 1988
successiva

Il mio ruscello

Tu sei l’acqua di ruscello
che la mia sete spense dopo lungo cammino
su per rocce scoscese
e tra laceranti rovi.
Il tuo corso seguirò fino alla foce,
dal monte scenderò alla pianura,
sorriderò ai fiori che ornano le tue rive,
all’erba che s’inchina felice al tuo passaggio,
alle pietre che leviga la tua carezza.
Mai da te allontanerò i miei passi
e mi bagnerò in eterno nella tua purezza;
in ginocchio chiederò un tuo sorriso
e una morte dolce farò fra le tue braccia.

autore
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza