Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche a
È l'ostinata nebbia

Mariella Risi
Bacherontius, 5/1999

Riunendo in questa silloge buona parte della produzione poetica, l'autore ha delineato con incisività la drammaticità del vivere, il dolore che è fonte di sconvolgimento e di estraniamente, dell'essere. L'essere che va al di là del temporale e che, avvolto dal grigiore dell'angoscia uotidiana – l'ostinata nebbia –, è impedito nel libero andare verso la peranza che c'è qualcosa oltre la vita.

autore
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza