Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche brevi a
Tibet degli ultimi

Fabio Sinmonelli

Dedicato al Dalai Lama, Tibet degli ultimi di Leda Palma sostiene Amnesty International. L’opera è divisa in due parti: “Haiku tibetani”, composta da poesie che hanno, come fa supporre i titolo della sezione, metro quinario-settenario-quinario, “Fra gli dei sospesa”, che raccoglie tutti i testi composti in versi liberi. Leda Palma ha grande facilità versificatoria e possiede la capacità di racchiudere lo sguardo nella parola, il mondo nel singolo gesto, l’universo che è l’essere umano nella semplicità di un respiro. Per la miglior comprensione di ogni poesia c’è il testo a fronte in inglese. L’introduzione è di Pierluigi Di Piazza.

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza