Servizi
Contatti

Eventi


Presentazione a
La Resistenza privata.
Ritratto di un interno napoletano durante la guerra

La Resistenza privata rivisita Le Quattro giornate di Napoli attraverso il privato di una famiglia, costituita da Lucia, prototipo di madre-coraggio, e dalle sue tre figlie.

Fatti inequivocabilmente noti, quali l'uccisione del marinaio sullo scalone dell'Università e l'assassinio immotivato dell'erbivendola a piazza Nazionale; la deportazione degli ebrei e gli scugnizzi armati di oggetti contundenti; carri armati nazisti e postazioni partigiane; colpi di granate ed avanzata dei potenti signori della guerra; file per l'approvvigionamento dei generi di prima necessità e tessere annonarie; borsanera e miseria si intersecano con il dramma delle protagoniste.

Dramma, perché ciascuna di loro patisce, subisce, fronteggia le calamità belliche, di cui è vittima innocente. Lucia, vedova del marito colpito a morte da una scheggia vagante della Caterina Costa incendiata; Imma, giovane sposa, affranta sul cadaverino di Michelino, rapito alla vita per denutrizione; Liberata, invasata dalla causa partigiana; Gisa, innamorata di un ebreo che nasconde in casa, sfida ai rastrellamenti tedeschi. Incarnazione dei mutamenti contingenti donna Maria: portiera, pratica il contrabbando travestita da monaca.

Scenario della vicenda una stanza disadorna. Poche suppellettili rimandano ad una cucina rabberciata.

L'atto unico si compone del recitativo e del supporto canoro-musicale, con effetti sonori (Cd) di guerra e canzoni d'epoca, da Faccetta nera (inserto con parole e musica) a Bella, ciao!

L'abbigliamento è quello degli anni '40. Durata della rappresentazione: minuti da 30 a 40.

Il lavoro si correda di schede pluridisciplinari. Argomenti privilegiati: usi e costumi del periodo in esame (moda Utility, file, tessere annonarie, fazzoletto listato a lutto); rivisitazione storica (La notte dei cristalli, El Alamein, esplosione della Caterina Costa, deportazione degli ebrei, caduta del fascismo); spaccato linguistico ed analisi testuale; termini obsoleti e lessico trasgressivo dei giovani, selezionato per imbastire una novella, un dialogo, un'azione drammatica o comica, un documentario, un'intervista.

Le schede sono arricchite di suggerimenti su sussidi bibliografici e su films o videocassette di repertorio.

Finalità della pièce e del materiale didattico di cui fruisce è calare la storia nella vita. Il ripescaggio delle Quattro giornate di Napoli inserisce un fatto di esclusiva pertinenza partenopea nei reticoli resistenziali nazionali, che hanno dato il loro contributo ideologico ed operativo alla liberazione del Paese dalla tirannia.

autore
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza