Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche a
Intonazioni

Mario Klein
in: Quatro Ciàcoe

[...] Il linguaggio di Giovanni Sato [Intonazioni] è come una mano delicata, la mano di un bambino che accarezza le cose belle del Creatore: la pioggia, il vento, la natura, il sole, l'alba e il tramonto; tanta luce al punto che il poeta delle volte ne è stordito. I versi sono attraversati da un sottofondo di musica e la lettura si fa sentire leggero, come "farfalle". Poesia che ti penetra come una frase cara.


Gianfranco Vinante
poeta

La poesia di Giovanni Sato è come il flusso di un rivo che, oltre la compatta trasparenza della superficie ed il calmo ritmo dello scorrere, fa perceipe al "piede" le asperità e gli sbalzi del sommerso e all'orecchio, mai frastornandolo, la cadenza ed il suono di quella "musica del cuore" che gli è propria.


Renata Zatti
in: La traversata, a cura di Amelio Ciccuttini
Sterrebeek (Belgio)

Questa raccolta di poesie [Intonazioni] cela non solo la sana nostalgia dell'uomo aperto all'assoluto, ma anche l'apertura d chi, scrutando nel grigio della perla, sa cogliere sfumature, dilatazioni e profondità. Raggi di luce.


autore
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza