Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche brevi a
Torbidi amorosi labirinti
di Veniero Scarselli

Gianni Rescigno

Ho letto Torbidi amorosi labirinti di Veniero Scarselli e li ho veramente apprezzati; di fronte alla sua poesia si resta perplessi. Tutto si svolge in un’atmosfera quasi infernale, dove corpo e anima, in perpetuo duello, sembrano non firmare mai un armistizio di stanchezza. Ci sarà un vero vincitore? Forse l’Io: quella Luce-scintilla del sogno dell’uomo, nell’uomo riposta da Dio e che a Dio ritorna.

Renato Gabriele

Mi ha fatto molto piacere sapere che sta per uscire un altro libro di Veniero Scarselli. Ho letto i suoi Torbidi amorosi labirinti con un accanimento che da tempo non ponevo in una lettura. Ho avuto tutto il tempo che volevo per farlo: da Reggio Calabria a Latina, in un treno freddo e desolato che ha fatto più di trenta fermate, senza un panino, un caffè: niente di niente, dalle 8,30 alle 17! Mi sono solo alimentato della sua poesia, la cui visionarietà è qualcosa di indimenticabile. Davanti a un suo testo si sta come davanti a una cosa seria, importante, mentre, intorno, i pagliacci (sono i poeti del bamboleggiamento lezioso, dello sberleffo fumoso), cercano di distrarti.

autore
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza