Servizi
Contatti

Eventi


Note critiche a
Un niente mescolato al mio destino
di Olga Tamanini

*
“Vita trentina”, 18 maggio 2011

“A volte i versi sembrano quasi ingenui per il candore che li sostiene, in realtà si tratta di un canto armonioso dettato da una scrittura comprensibile, piana, che si sviluppa con voluta semplicità per raggiungere tutti”, si legge nell'introduzione. Anche se alcune delle sue poesie sono caratterizzate da una vena pessimistica, la stessa autrice rassicura: «Ho tanti motivi per voler vivere nell'odierno contesto e prego Dio che mi conservi la mente libera per godere ancora delle piccole cose che rendono la vita interessante».

autore
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza