Servizi
Contatti

Eventi


Massimo Toffanin

Premi letterari conseguiti

La grande storia in minute lettere


2021 Premio Gian Antonio Cibotto - sez. Saggistica “100 anni di storia italiana” Premio della Giuria

Il Premio della Giuria viene conferito al saggio edito “100 anni di storia italiana. Prima Guerra Mondiale: Antonio Toffanin una storia minima” (Valentina Editrice) di Massimo Toffanin con la seguente motivazione:
Un’opera esemplare che mette in luce il lato oscuro della storia: quello di chi non ha storia. Ci parla di un Veneto di fine Ottocento devastato dalla fame, dalla miseria, dalle malattie. Ci parla di Angela, coraggiosa e intraprendente che, rimasta vedova con una figlia, si trasferisce a fine 800 dal suo paese natale ad un’altra località veneta dove trova lavoro e si risposa. Avrà un altro figlio, il protagonista di questo libro. Un ragazzo, Antonio, chiamato giovanissimo alle armi nell’ultimissimo scorcio della Grande Guerra. Uno dei tanti che diviene l’emblema di una situazione generale. Una storia, la sua, che riprende vita attraverso 79 lettere scritte tra aprile 1918 e il marzo 1919. (Il Presidente Angioletta Masiero, Lendinara 10/10/2021)


2018

Premio “Poesia Prosa e Arti figurative”, Premio Teatrale “Angelo Musco”, Giardini Naxos (Catania), sez. “Libro edito – Saggio per “La grande storia in minute lettere”

Premio speciale per la memoria storica
Le vicende di due sposi potrebbero, e dovrebbero, essere un fatto privato, ma quando si intrecciano con la storia, e con eventi epocali, esse assumono un rilievo e un’importanza diversi. E Maria Luisa e Massimo Toffanin da un carteggio raccolto e commentato ordinatamente e certosinamente hanno creato un racconto, quasi un romanzo, dove la vicenda personale di due sposi, colta nell’arco di circa 10 anni, si allarga e si innesta nel ceppo della grande storia, negli eventi tragici del secondo conflitto mondiale, trasmettendo e lasciando un messaggio di amore, di coraggio, di speranza, nonostante le vicissitudini dei protagonisti, anche oltre le brutture della deportazione, della prigionia, degli stenti e delle sofferenze della guerra, per cogliere e risalire, da quello personale, al disagio di un’intera nazione, lanciando e lasciando un messaggio su cui ancora e sempre riflettere. (Maristella Dilettoso)

2018 XII Premio letterario internazionale Maestrale San Marco– Sestri Levante – Sebastiano Schiavon – lo strapazzasiori Medaglia Presidente della Camera
“Corposo e significativo saggio storico-biografico su un personaggio straordinario, Sebastiano Schiavon, che agli inizi del ‘900 praticò un’attività politico-sociale in difesa dei deboli, impegnandosi così radicalmente e appassionatamente da meritarsi il soprannome di strapazzasiori” – Il presidente della Giuria Graziella Corsinovi

2018 Poesia e Prosa e Arti figurative e premio Angelo Musco – “Il Convivio”, Catania Premio speciale per la memoria storica

2018 Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa Le grazie – Porto Venere (La Spezia) Primo premio
“La grande storia in minute lettere” è un romanzo storico epistolare che ricostruisce, su base documentale, un periodo molto importante e drammatico della nostra storia, raccontato dalla voce di chi la guerra l’ha combattuta e vissuta, non solo progettata dietro le quinte al riparo dalle artiglierie, dal freddo, dalla disperazione. Un libro che ha il merito di proporre, con spirito di osservazione e minuzia di descrizione il dramma, il dolore e la sofferenza umana che i libri scolastici solitamente ignorano. Uno stralcio di vita lungo dieci anni che prende luce attraverso lo sguardo di Gino, giovane internato militare italiano, testimone e a suo modo piccolo ed esemplare protagonista di momenti drammatici del periodo prebellico e bellico della grande guerra, e della sua sposa Lia che lo accompagnerà passo passo nel suo difficile percorso grazie ad una fitta corrispondenza, unica possibilità concessa a conforto delle misere esistenze coinvolte nella guerra. La scrittura e la struttura narrativa assecondano pienamente lo spirito di quest’opera: il linguaggio delle lettere si intreccia tra speranza e disincanto, tra solitudine, tenerezza e solidarietà. Sono presenti note esplicative e immagini fotografiche che coinvolgono il lettore e rendono l’opera assolutamente realistica. Un romanzo con riferimenti storici precisi scritto perché chi legge possa conoscere, comprendere e non dimenticare. (Patrizia Fiaschi)

2018 I Concorso Gian Antonio Cibotto - Saggistica: La grande storia in minute lettere 4° premio
I due autori, con competenza e passione, ricostruiscono, attraverso un carteggio privato, la storia d’amore di Gino e Lia sullo sfondo del ventennio fascista, del periodo prebellico e bellico fino al settembre del 1945. Dalla corrispondenza fra i due innamorati emergono interessanti informazioni su Padova, storie di vita militare, emozioni e sofferenza del periodo di prigionia, toccanti parole che partono dal cuore dei protagonisti e giungono fino a noi. Un’odissea, quella di Gino, che “tra richiami, addestramenti, guerra in Grecia e prigionia, prima in Polonia, poi in Germania, durerà fino al settembre 1945”. Un’opera esemplare che tocca il lettore fin nel profondo e suscita partecipazione. Un’opera che parla al cuore. E mette a nudo l’assurdità della guerra, di ogni guerra.
Il Presidente del Concorso (Angioletta Masiero)

2017 VI Premio Città di Pontremoli - Narrativa edita: Come nasce un sindaco Premio della Giuria

autore
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza