Servizi
Contatti

Eventi


Poeti Padovani 2006
Gruppo letterario Formica Nera 1946 – 2006

L’anno di fondazione della Formica Nera risale al 1946. Compie quindi sessanta anni, nei quali la poesia ha sempre rappresentato l’apice del suo fare, e ci piace raccontare la storia di quello che è poi diventato un gruppo assai corposo e importante che opera nel nostro territorio.

La Formica Nera nasce a Bologna osservando la natura. Il suo simbolo viene adottato e ancora oggi è parte integrante delle pubblicazioni. Nel 1948 viene pubblicata la prima serie del bollettino con la quinta stesura in forma di saggio del poema. Nel 1953 viene redatto lo statuto che impone una scelta ideale che si riflette in testi poetici e prosa sempre più numerosi. Nel 1955 avviene la prima diffusione sulla stampa e successivamente vengono promossi concorsi letterari e di arti figurative a livello locale. L’organismo di studio, creato nel 1955, procede su una linea di grande severità tecnica. Nel 1969 nasce il premio di poesia. Nel 1971 la segreteria passa a Padova e l’interesse per la tecnica (metrica e linguistica) diviene primaria. Molte sono le attività, non ultimo, il concorso di poesia giunto alla XXXVI edizione. Il Comune di Padova, la Provincia e la Regione hanno sempre concesso il loro patrocino, credendo nella validità delle attività proposte. L’anno 2004 vede la pubblicazione del manifesto della poesia, nato al fine di istituire un punto di riferimento. In città il Gruppo, formato da autori che ormai hanno raggiunto una certa notorietà, ha trovato un terreno assai fertile. Dobbiamo ricordare, se non tutti, almeno gli storici poeti che dall’inizio hanno fatto parte del gruppo. Lidia Maggiolo, poeta i cui versi hanno un taglio concettuale e incisivo. Giovanni Viel dal forte senso di amicizia che traspare e appartiene a una sfera personale e intima. Lucia Gaddo che propone testi essenziali, Livia Scanferla presente in ventotto antologie e Concetta Anselmo dalla creatività continua.

Gli attuali componenti effettivi sono una decina e vogliamo citare Luigina Bigon, dai versi descrittivi e nel contempo dal complesso aspetto visivo, Mario Bongiovanni, Elena Ferrarotti, e Mario Klein, dai versi raffinati e simbolici, Luciano Nanni che con raffinata sensibilità esprime contenuti ironici, Raffaella Bettiol e Concetta Anselmo. Viel, Gaddo e Maggiolo già nominati.

Tanti i poeti presenti in questa antologia e di tutti si vorrebbe dire da Adriana Agostinis che racconta con trasparenza di stile attimi d’amore, a Maria Luisa Toffanin i cui versi hanno purezza di sentimenti, da Roberto Fassina il cui stile è colto e raffinato a Gaetano Forno nei cui versi esplode la potenza figurativa. Vincenzo Leggieri che ci propone versi altamente spirituali e Adeodato Piazza Nicolai che ci propone un alto progetto che parla di apocalisse e Lucia Rebeschini la cui poesia si fa riflessione. E altri ancora che ci duole non rammentare.

L’antologia è curata con attenzione e puntigliosa precisione da Luciano Nanni che si è avvalso della consulenza e selezione di Concetta Anselmo, Raffaella Bettiol, Luigina Bigon e Rita Gentile

da: Padova e il suo territorio, nr. 122, 2006

autore
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza