Servizi
Contatti

Eventi


Florilegi femminili controvento

Quale occasione migliore della giornata dell’8 marzo per far conoscere alle amiche il suo Florilegio femminile?

La poetessa  Maria Luisa Daniele Toffanin, ci presenta nelle sue liriche molte e varie figure di donne, conosciute nei suoi studi o legate a lei da vincoli di parentela o di amicizia. Ognuna di esse, grazie al suo linguaggio ed alla sua forte considerazione della persona-umana, diventa protagonista unica.

Di lei c’è il richiamo al vissuto: Penelope vestale del mistero di donna e madre è il soggetto di un breve poema e la sua storia, la sua vita e gli ideali sono ben presenti con forza in quest’epica figura femminile.

Ed è così per Cristina, appassionata di erbe e di fiori anche lei strappata in giovane età dal suo ramo in fiore.

La donna nelle diverse età e funzioni è fortemente caratterizzata dalla poetessa come generatrice di vita e propositrice di nuova cultura: la natura poi dà coloritura unica alle sue liriche.

C’è poi un rimpianto velato per certe belle e buone abitudini di rispetto dei tempi e dei ritmi da dare al nostro vivere ed il mondo femminile in questo ha un compito speciale.

I testi si leggono con passione poiché non sono vaghe divagazioni, ma sicure certezze che fanno riflettere sul nostro tempo e sulla vita di ciascuno di noi, così preziosa per la comune universale armonia.

Tencarola, 13 marzo 2012

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza