Servizi
Contatti

Eventi


La caduta dei santi

“La vera sostanza dell’io sta nelle sue memorie”: non vi è definizione migliore per commentare la raccolta di racconti di Luciano Nanni che è un viaggio a ritroso in un tempo quale la giovinezza idealizzato e dunque rimpianto.

Il rifiuto della realtà, di cui sono espressione la solitudine e il disadattamento dei suoi personaggi, finisce per condurre i protagonisti nei luoghi frequentati nel passato. Ecco la camera del collegio, da cui si intravede il cielo e tanto somigliante a un carcere, che affaccia sul parco nel quale si ode una voce familiare, il richiamo di chi è rimasto prigioniero (racconto 134).

C’è una continuità di stile e tematiche tra gli scritti composti negli anni settanta e quelli più recenti, caratterizzati tutti dalla presenza della città, quale sintesi grottesca di vecchio e nuovo, orrore e fascinazione.

In tale ottica si colloca “Il labirinto”, nel quale una coppia, incuriosita dalle misteriose origini del luogo, oggetto di interminabili lavori di ristrutturazione, si avventura finendo poi per smarrirsi. Ed è significativo che i due riscoprano qui l’intimità a lungo agognata, accettando di non tornare più indietro.

A collegare la mole di materiale proposto sono la predilezione per il mostruoso e il richiamo dell’Eros. La simbiosi con l’alterità è anticipata dal sogno, avente spesso un contenuto erotico. Attraverso gli incubi si rivela il desiderio dell’io narrante di congiungersi con un mondo oscuro, rappresentato da esseri ripugnanti e indefiniti, in un’estasi in cui il piacere si mescola al disgusto.

Il corpo in disfacimento non è mai fine a se stesso, divenendo l’emblema di una catastrofe di proporzioni maggiori come l’inquinamento a cui allude, sulla scia di James G. Ballard, il racconto breve “L’addio”.

Alcune storie sono incompiute a riprova del disinteresse dello scrittore bolognese nei confronti della logica del mero intrattenimento e della volontà di contrastare quel dogmatismo che inficia troppa produzione corrente.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza