Servizi
Contatti

Eventi


Necessaria è l'ironia. Racconti dal Nord Est

Autrice poliedrica, Marilla Battilana sa trovare degli spunti originali anche nella quotidianità più trita grazie a un senso dell’umorismo davvero non comune.

La capacità di “umanizzare” ciò che non lo è caratterizza le sue prove migliori, come “La sveglia frustrata” e “L’abbandonata”, già pubblicati su riviste specializzate.

Un banale incidente – il ritrovamento in ascensore di quello che si può presupporre un escremento – rischia di bloccare l’attività di un istituto di ricerca nel racconto “Il delitto di Calcuttta”, feroce presa in giro della burocrazia nostrana.

La difficoltà di crescere domina, invece, in “Piccolo diario” e “Regalo per Hermann”, nei quali il disagio di chi deve scontrarsi con il mondo adulto è reso con note di commossa partecipazione.

Strutturato in modo tradizionale, “Il litopedio” è tuttavia interessante non per il fatto di cronaca ricostruito, la morte della giovane Francesca ad opera di una “guaritrice”, quanto per il ritratto di un mondo di stampo feudale che, con le sue tradizioni e pregiudizi, sta per essere soppiantato dal nuovo. Di fronte a tale sconvolgimento persino le ostilità sorte tra Don Calò e il suo anziano medico, reo di aver diagnosticato la gravidanza della figlia del barone, appaiono relative e superabili poiché entrambi incarnano una società che volge ormai al tramonto.

Ambientate nel presente, a parte “Ponso” e il profetico “I trafficanti di speranza”, le storie della scrittrice bolognese sono curate anche dal punto di vista stilistico senza quella verbosità che caratterizza talvolta gli scritti di chi coltiva la poesia.

Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza