Servizi
Contatti

Eventi


Anima triplice

Dopo i romanzi La contessina Valery e Indagine sul male assoluto, eccoci a gustare quest’ultima raccolta di racconti del poeta-scrittore, critico letterario Luciano Nanni che qualcuno ha definito, nel suo stile scrittorio, extraterrestre.

Nell’attraversare quest’opera, si ha immantinente l’impressione di percorrere ciechi, imperscrutabili meandri della mente, dove ci si può, percorrendone i sentieri, perdere e poi ritrovarsi come in un sogno.

Al risveglio, tirando un sospiro di sollievo, ecco che si presenta la domanda: perché…

E si ritorna a rileggere alcuni passaggi… È questo lo stile originalissimo di questo autore che si rivela a noi poveri mortali, narrando situazioni inverosimili che si tingono dei colori giallo-noir.

Anima triplice, stavolta raccoglie in un’opera omnia i racconti nanniani, testi del 1961 e poi quelli scritti negli anni 1962-1967 e 2015-2017. Appaiono anche racconti del periodo 1964-65.

Luciano Nanni adotta un particolare taglio artistico, con uno stile che spazia dalla complessità di Kafka alla semplicità, come si può rilevare nei racconti, forse i migliori, così asserisce l’autore, di “Al centro di Dio” e “Notturno” dimostrando “uno slancio romantico e affronta tematiche sociali senza rinunciare alla parte onirica.”
Recensione
Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza