Servizi
Contatti

Eventi


La contessina Valéry

Se amate fare sogni arditi, un po’ avventurosi o da incubo, equidistanti tra fantasia e realtà, vi propongo questo romanzo intrigante, un po’ orrido, dal disegno di copertina che sa di notte fonda, anche se addolcita da un colore che sa di lillà, dal titolo “La contessina Valéry”.

È un libro giallo, quasi rosa che si legge tutto d’un fiato, tanta è la voglia di capire come la storia narrata va a finire.

Il protagonista maschile è un uomo che viene assunto come contabile alle dipendenze di una bizzarra contessina che all’inizio del loro incontro non si fa vedere e nemmeno rivela il suo nome, comunicando tra loro solo via computer.

Poi la storia si dipana tra sensazioni cupe di luoghi tenebrosi, sfociando in sentimento di simpatie affettive con risvolti imprevedibili.

Il tutto è raccontato con la fantasia fervida e generosa dell’autore, con uno stile dotto e di spessore, tipico di Luciano Nanni, esperto e solerte in questo genere di racconti, incline a trasportare il lettore in frangenti e momenti di emozione, paura, attesa così forti da lasciare a bocca aperta.

Un romanzo avvincente da portare in valigia per le prossime vacanze e non rivelo di più per non svelare la sorpresa finale.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza