Servizi
Contatti

Eventi


E ci sono angeli

… Il tuo E ci sono angeli mi ha molto coinvolta e ispirata e, come mi accade in questi casi, ho risposto in poesia.
Spero tu mi accetti così…

Sto leggendo E ci sono angeli

Da subito mi eleva il senso di sorpresa
per schiere di creature piccole e nuove
tenere e colmanti vuoti d’affetto.
Neonati insomma e poco il peso
ancora cauta e silenziosa la ragione
eppure il canto del poeta è alto.
Alto ed esteso e mosso e coprente
e sa lui perché sa lui l’invocazione
che emana dal nascere evento.
Seconda invocazione del poeta
che la mano violenta rimanga sospesa
anche sapendo di non ottenere.
Ci resta una struggente soluzione
incontrarli i bambini già cresciuti
ascoltare e fermare le loro parole-ricordo.
Ora diventa un grido la poesia dell’autrice
chiede aiuto il poeta a tante altre voci
che fanno luce su l’inganno e gli orrori.
E l’aiuto perché. Perché un coro si levi
che abbia la misura totale del pianeta
e l’angelicità tradita forza divenga.
La storia-dramma che faccia fecondo
il sentimento di un normale nido
io e te non più schiavi di fragili gioie.
Ogni dettaglio ora ha più luce
i momenti del gioco son fatti più vivi
tu carne nuova nasci per salvare me.
Ho un vero peso e il cielo mi riguarda.

Firenze, maggio 2014

Recensione
Literary 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza