Servizi
Contatti

Eventi


Alessia

La raccolta si configura come un piccolo, ma denso poema il cui filo è condotto da Alessia, novella Arianna, che guida il poeta, Raffaele Piazza, ad attraversare il tempo e lo spazio in una sequenza di visioni , in un continuo susseguirsi di scoperte sensoriali ed emotive.

Se per lui Alessia rappresenta la figura salvifica per eccellenza al pari delle tante donne della nostra tradizione letteraria ,anche per noi lettori ella diventa importante, nostra compagna, concreta ed immateriale nello stesso tempo, capace di rivelarci scenari sempre nuovi, generantisi quasi gli uni dagli altri, simili al meccanismo di una scatola cinese. Questo è il miracolo della poesia che da ispirazione individuale e soggettiva diventa sentimento ed esperienza di tutti. La caratteristica della scrittura di Raffaele Piazza consiste nel saper coniugare insieme immagini di realtà e trasfigurazioni poetiche.

Quest’oscillare tra sfere diverse costituisce il fascino della sua poesia che si ancora da un lato a precisi dati spazio-temporali e dall’altro ti fa accedere a mondi altri, di nitore e di bellezza: un mondo che è il suo, ma che diventa attraverso la lettura anche nostro. Lo strumento fondamentale attraverso cui si instaura questa relazione è il linguaggio, sostenuto da una onirica capacità associativa, di matrice simbolista, generatrice di associazioni inconsuete e affascinanti. Per chi legge non è tanto importante decifrare nel vero significato “questa foresta di simboli”, ma relazionarsi a questo mondo la cui cifra è la leggerezza della parola lirica, trasparente come l’aria ed evocatrice di spazi di bellezza.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza