Servizi
Contatti

Eventi


All'alba di un giorno qualunque

Chiaia Magazine
ott-nov 2016

Tempo fa lessi su una rivista scientifica che Thomas Mann aveva detto di amare solo le storie dettagliate ed esatte. Io pensai subito ad Anna Gertrude Pessina. Docente, giornalista, autrice dello stile singolare, provocatorio, i cui contenuti sono i conflitti con la società.

Rapporti personali e interpersonali scandagliati con l’amarezza di occhi impietosi. L’autrice appartiene ad una generazione che assegna alla letteratura un significato preciso: un valore non solo estetico e ci-civile, ma anche biblicamente sacro. Allalba di un giorno qualunque (Manni editore) è un testo che si muove tra racconto e sopralluogo, scelta dettata dal pudore di chi vuole scrivere seria-mente e scrive ciò che vede e conosce di persona.

Le protagoniste sono donne sole, ossessionate da ambizioni, cinismo, culto per il denaro e impegnate nello scavo di un passato oscuro e dolo-roso da sottrarre alla pietrificazione. Poi la ricerca dell’identità in un’epoca in cui la storia schiaccia l’individuo; infine la scoperta che il mondo non sa cambiare in meglio.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza