Servizi
Contatti

Eventi


Alcune poesie da
E' giÓ stagione di miracoli

la Scheda del libro

sez. Mai tramonti la luce

Al mattino mi corre

Al mattino mi corre
incontro la luce
e gli occhi sciolgo
dal sogno.
Ancora
volontÓ faticose
riaccendo
di costruire speranze
con le mani.

sez. Meraviglioso e implacabile

Amiamoci a mutare

Amiamoci a mutare
quel che di noi
Ŕ caduco

a liberare il magma
potente
splendido e assoluto :

il noi
inesploso.

L’eternitÓ Ŕ l’oggi

L’eternitÓ Ŕ l’oggi
che noi siamo.

Fortemente l’amore
annulla il tempo
dentro
gli anni-luce
degli occhi.

Come vulcano

Come vulcano
che s’accende
trasforma l’amore
un monte brullo
in miracolo
di fuoco.

sez. Inverno per vivere

Appena l’anima

Appena l’anima
germoglia
parole
e gesti d’amore
Ŕ giÓ
stagione
di miracoli.

Ripete la pioggia

Ripete la pioggia
ricordi
e frustrazioni.

A me
il prodigio
di farne
linfa o inferno.

Sempre un volo

Sempre un volo
di pettirosso
nel pi¨
cinereo gelo,
una letizia
di bacche

sul cotoneaster.

L’inverno voglio

L’inverno voglio
vivere
senza rammarichi
di frutti avari,
col suo parco sapore
tra le labbra
come
frase d’amore intenta
a farsi.

sez. Su prati estesi

Non temer˛ la morte

Non temer˛ la morte
nessuna
nemmeno la pi¨ estrema.
Con te
sarÓ cancello amico
aperto su prati
estesi.
LÓ correremo smaglianti
e liberi
oramai totali.

sez. L'amore per la vita

Non Ŕ statico

Non Ŕ statico
il grigio del cielo
chÚ a mutazioni
aspira
e dopo la pioggia
svela la luce
di sereno
feconda e di pi¨ nuove
germinazioni.

Ogni maltempo
Ŕ passaggio.

Quando il fiore si spoglia

Quando il fiore si spoglia
e vola via il sapido
colore del frutto
lÓ Ŕ il seme.

Appena il giorno
getta al tramonto
l’ultimo raggio
da un altro oriente
rinasce.

Cosý io dentro Il silenzio:
spenta
per vivere meglio
la luce.

sez. Anche l'ignoto

Essere tua Ŕ un sapore

Essere tua Ŕ un sapore
d’infinito
uno spazio libero
dove
in unitÓ di gioia
raccolgo la mia anima
e i moti dispersi
del cuore abbraccio
al ritmo felice
e sconfinato degli astri .

Cosý
anche l’ignoto
si palesa.

Ci sorprende un tiepido vento

Ci sorprende un tiepido vento
d’eternitÓ
che le carezze semina
in un cielo libero
dimora
da noi fortemente bramata …

LÓ, in segreto,
il nostro dialogo colora
di fanciullezza il gioco
la danza leggera inebriante

e ogni gesto
Ŕ un fiore.

sez. Appunti di musica

Le nostre telepatie

Le nostre telepatie
incontrano
il largo volo del gabbiano
che sfiora la tenerezza
dell’alba
e le spume ricorrenti
di appena percettibili
onde.
L’anima del mare e la tua
fluiscono
sillabe dorate
alla mia spiaggia.

sez. Tragitto

Ognuno solo

Ognuno solo.
Anch’io senza saluto
di amicizia
o invasa da inutili
verbositÓ curiose.
La fretta domina
o la ricerca di riempire
vuoti di tempo
con altrettanto vuoto.

 

Materiale
Literary ę 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza