Servizi
Contatti

Eventi


Caro Gianni questa te la meriti....

Il poeta del tratto

Vorrei recapitare un discorso iniziato, quando un tratto poté liberarsi dei soliti idiomi, qualunque sia l'emozione il risultato non cambia, ho voluto interessare i miei occhi a una semplicità complessa, non sarebbe stata arte se un battito non mi avesse scosso, due parole per capire che il percorso avrebbe avuto una linea continua non indifferente....

Non ti voltare, non girare il tuo sogno, non fossilizzare il tuo aspetto nel passato, il presente insegna a ricordare un ricordo mai perduto, portalo nel futuro, innova i tuoi sensi, quest'uomo mi disse pensaci bene....

Ci pensai posi i miei nuovi occhi sul cuore, serve ogni tanto riflettere sul da farsi, organizzare un progetto, un battito mi parlò nuovamente.

Che dire, non potevo far altro che seguire i consigli del mare, quest'uomo è un'onda che schiaffeggia lo scoglio, una roccia, lui si definisce ex roccia, io direi una nuova roccia, comunque posso scrivere una frase o un romanzo, potrei costruire un poema o una poesia, quest'uomo non ha parola che lo distingua, deve sapere di essere

Il poeta del tratto

Gianluca

Materiale
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza