Servizi
Contatti


Haiku

Anzitutto complimenti per questa “novità” che aggiunge qualcosa di diverso alla rosa delle tue pubblicazioni, una raccolta preziosa, dove subito riconosce la vera, autentica poesia anche chi, come me, non ha tanta dimestichezza con questa forma di poesia di origine giapponese.

Sono flash, lampi che avvolgono rapidi un particolare di un tutto su cui cade un fascio di luce che lo illumina e sparisce. Ma l'impressione è quella di quando l'occhio rimane abbagliato da quel lampo improvviso, perchè forte è l'impatto nonostante la brevità della composizione. Poesia sapientemente compressa, densa di significati, ricca di metafore per riscontri nella storia della vita attraverso immagini rubate alla natura e alle stagioni, sempre con eleganza, fantasia e talvolta sorridente ironia.

Gli elementi della natura sono vivi, amano, soffrono, muoiono, ridono e piangono. Sono colorati, smaglianti, pieni di luce, una carrellata di colori forti (“Scossa potente / il glicine al muro / cascata viola.”). C'è il giallo del ranuncolo e del girasole, il rosso dei papaveri, l'azzurro dei fiordalisi, l'oro del campo, le bacche vermiglie, ma anche quel “Cappotto rosso / papavero sul viale / spento d'autunno.”.

Fanno da contrasto alla vivacità dei colori composizioni di sottile malinconia (“L'erica arranca / solinga alla brughiera / fugge il sentiero.”; “Ali di neve / brivido di ciliegio / trema il vento.”)

Ma c'è spazio anche per il sorriso, per bacche che giocano a nascondino, il millepiedi che corteggia un calzolaio, il fieno che intreccia giochi proibiti, un papavero che chiede un passaggio alle rotaie, una formica contrabbandiera...

Ogni haiku scava nel profondo dell'anima. Coglie l'amore che ha attraversato la vita, nelle sue varie fasi, paragonabili alle stagioni: “Camminavamo / senza sapere il passo / l'ombra splendente.”; “Bacio di foglia / sfolgorante d'autunno / per la mia sete.”; “Solo un bouquet / acceso di tramonti / questo amore.”; fino a: “Quanto amore / il tremito d'inverno / sulle tue mani.”, condensato di tenerezza!

Coglie anche solitudini, delusioni, brandelli di sogni, nostalgie, il trascorrere ineluttabile del tempo (“In un bicchiere / ha navigato il tempo / in un bicchiere.”). Tracce di una vita mentre dietro “con passo claudicante / avanza l'ombra.” e “L'addio alle cose / è rantolo segreto / giorno per giorno.”

Però, nonostante tutto, persiste il bisogno e la voglia di sognare: “Avanza il sogno / testardo sopra i cocci / a piedi scalzi.”, perchè la soffusa malinconia di tanti haiku è solo consapevole riflessione sulla realtà della vita, accettata comunque come un dono, nella preziosità dell'amore, nella bellezza della natura, nella ricchezza dei sentimenti.

Sono duecento tappe di una storia, dove la sintesi lascia spazio all'interpretazione personale e alla facoltà di completare quel racconto sul tracciato suggerito dal poeta. Perchè l'haiku dice molto di più di ciò che appare.

Congratulazioni di cuore per questo tuo ennesimo successo poetico.

Recensione
Literary © 1997-2024 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza