Servizi
Contatti

Eventi


Di seguito il link alla recensione di Gianni Criveller su Controcanto. Gianni Criveller, sinologo e docente di Teologia a Hong Kong e a Milano, studia la ricezione del cristianesimo in Cina (storia e attualità); la missione gesuitica e in particolare il missionario gesuita Matteo Ricci, che introdusse la fede cristiana in Cina attraverso l'amicizia, la cultura e il dialogo. Residente nella Grande Cina (Repubblica Popolare Cinese, Taiwan, Macao e Hong Kong) da circa 25 anni, Criveller è autore di numerosi libri e studi su Cina e Cristianesimo. E' anche autore di saggi su Edith Stein, Etty Hillesum, Simone Weil, Grazia Deledda e altri, e nutre interesse anche per la poesia e gli autori contemporanei, come attestano la sua rubrica su samgha.me, gli articoli su "Il Regno" (Bologna) e la sua collaborazione alle iniziative di "Fara Editore" (Rimini).  (a.a.)

° ° °

Controcanto

L’enigma del tempo e la fugacità della vita

Samgha.me
Farapoesia

Riflessione dopo la lettura di Controcanto di Angela Ambrosini.

È già da più di un anno che l’elegante raccolta poetica Controcanto di Angela Ambrosini era collocato nel luogo dove raccolgo i libri da leggere. L’autrice mi donò l’opuscolo con la sola speranza, espressa nella dedica, di “ritrovarci altrove”. La scrittura ha questa capacità interiore e sorprendente: un incontro ulteriore, un altrove, è sempre possibile (per quanto mai assicurato), e può accadere proprio quando uno non se l’aspetta più.

Ed eccomi qui: l’occasione di un lungo viaggio, con tante ore di attesa in sale d’aeroporto, mi ha fatto riprendere in mano questo libro, e il tempo di un incontro più profondo con la poesia di Angela è finalmente arrivato.

E proprio il tempo, come già rilevato da Alessandro Quasimodo nella prefazione, è uno dei temi fondamentali che ricorre nei versi e nelle poesie di Ambrosini. La poetessa ritorna, quasi con ostinazione, “sull’enigma del tempo”. Il tempo, che è “tutto quello che resta della mia vita”, si riflette, come su uno specchio, sulla vita, sulla sua rapida transitorietà: “lontano, sotto il peso della luna, fugge la vita”. Una parola, ‘vita’, che ricorre moltissime volte, imponendosi, insieme al tempo, e specularmente ad esso, come la tematica fondamentale in gran parte delle poesie.

. . .

Recensione
Literary © 1997-2021 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza