Servizi
Contatti

Eventi


Il Giorno della Memoria 2018

Urgono Angeli con ali in preghiera
ché l’acqua del tempo non dilavi la memoria.

Maria Luisa Daniele Toffanin

la Scheda del libro

E bambini della lebbra
(per la Giornata della lebbra)

E fra gli arbusti della lebbra
occhi di pece
membra ormai offese acquattate
celate anche all’Angelo dei doni
                        bellezze bambine offuscate relegate
                                        per antica legge l’impuro
                                        al confino deve vivere
                                        e ogni dolore sulla terra
                                        per atavico pudore
                                        si rifiuta allo sguardo d’altri.
Ma quasi uccelli dal canneto
in festoso volo
per nuvola d’insetti o bagno d’azzurro
volano d’improvviso insieme
dal ghetto stanati
da suasiva voce e magliette colorate.

E si riaccende il sorriso
all’incontro umano
rara pausa forse di gioia
chè pur devono talora succhiare
il gusto buono della vita
negato da un nuovo Erode.
                                        Quale misura spessore
                                        ha la felicità
                                        per chi vive infelice stato?
                                        Forse un battito d’ali festoso?

E bambini di Anna

Ci sono bambini-farfalle
nel volo bruciate
dal gas della follia
vivide le ali ancora
nel tuo diario, Anna
innocente canto di speranza
- nell’afrore di morte intorno -
di fede nella vita. Tradita
            Eternata nel tempo.

Ci sono bambini già nati
in diverse acerbe età
abortiti dal maligno
oltre ogni umana misura.

I bambini di Terezin
vivono nei colori accesi dei disegni
in parole-sorgive di poesia
vivono d’amore disperato per la vita.

A Terezin
in punta di morte
brilla un’angelica stella
nel buio bambino.

Materiale
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza